Cerca

Arts

Tutti i vantaggi della formazione Icotea

Corsi di Laurea, Master, Lingue e Italiano. Tutti accreditati, online e finanziabili dall'Unione Europea

ICOTEA è un Istituto Formativo, accreditato ed autorizzato dal MIUR, che ha destinato al Settore Scuola una nutrita serie di proposte formative: Corso di Laurea triennale in Scienze della Mediazione Linguistica, diversi Master, Corsi di Alta Formazione e di Perfezionamento. Fruibili ovunque in modalità e-learning grazie ad un portale attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

di ICOTEA (Sponsored)

Voci da Harvard

Spettacolo

All'ONU in scena la Medea del "Teatro Patologico": e la catarsi scatta due volte

La tragedia di Euripide al Palazzo di Vetro nella versione di Dario D'Ambrosi, recitata da ragazzi disabili

Per Aristotele, la "catarsi" era una forma di liberazione ed esorcizzazione delle passioni fatta scattare nello spettatore dalla tragedia. E nella "Medea" messa in scena dai ragazzi del Teatro Patologico, a essere esorcizzato non è solo il dramma dell'amore infelice, ma anche la tragedia, da cui nessuno scampa, del "limite" connaturato all'imperfetta natura umana

di Giulia Pozzi

Spettacolo

Promuovere la drammaturgia tra Italia e USA: a mission (not) impossible

All'Istituto italiano di Cultura a New York la presentazione dell'"Italian Playwrights Project"

Promuovere la drammaturgia contemporanea italiana negli Usa e quella americana in Italia: ecco l'obiettivo (ambizioso) dell'"Italian&American Playwrights Project", nato dalla collaborazione tra Frank Hentschker, Executive Director del Segal Theatre Center, Valeria Orani, Direttrice Artistica di Umanism NY e l'Istituto italiano di Cultura a New York

di Giulia Pozzi

Il cinema senza confini di Michelangelo Antonioni colora il MoMA di New York

Le personalissime pellicole del regista ferrarese, fatte di sperimentazione, astrattismo e colori, in mostra al Museum of Modern Art

La retrospettiva, che si terrà al MoMA dal 7 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018, si apre con "Deserto rosso" e prosegue con i grandi capolavori di Michelangelo Antonioni, con i documentari poco conosciuti, con i film più intimi. Una retrospettiva organizzata da Joshua Siegel, curatore del dipartimento di cinema del Museum of Modern Art

di Chiara Barbo

A Torino trionfa "Don't Forget me", una commedia che rifugge da ogni pietismo

Al Torino Film Festival vince la pellicola di Ram Nehari, sullo strano incontro tra una ragazza anoressica e un suonatore di trombone fuori di testa

"Per anni ho seguito e diretto cortometraggi realizzati da persone con problemi mentali. Il film si basa su queste esperienze e contiene tutte le mie ossessioni", ha spiegato il regista di "Don't Forget me", Ram Nehari. La vera sorpresa di Torino, però, è stata tutta italiana: ci riferiamo a "Tito e gli Alieni", l'ultimo film di Paola Randi, intervistata da La Voce di New York

di Monica Straniero e Stefano Amadio

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter