Cerca

Arts

Oscar 2018, The Shape of Water è un film che non si può non vedere: ecco perché

La pellicola di Guillermo del Toro è una splendida favola senza tempo e sarà una delle grandissime protagoniste agli Oscar con ben 13 nomination

Difficile dare una definizione a una pellicola che attraversa ogni genere, dal monster movie alla fiaba fantasy e romantica, spaziando nella politica degli anni '60 dentro un set a volte medioevale, a volte tecnologico e addirittura retrò. E' un Del Toro "larger than life" direbbero gli americani, immenso nel costruire una storia poetica piena di speranza, che trascende il potere e le lingue

di Elena Dal Forno

Voci da Harvard

Musica

I fratelli La Bionda, il mito della disco music italiana ancora vivo nel mondo

Intervista a Michelangelo e Carmelo La Bionda, che dagli anni Settanta ad oggi sono figure di spicco della musica italiana

Per anni, i fratelli La Bionda hanno fatto credere di essere artisti in lingua inglese: "Era il momento in cui dovevi avere un nome esotico", ci confessano. Poi però: "ad un certo punto ci siamo detti 'Ma mettiamo La Bionda'. Un po’ di smarrimento iniziale c’è stato, è vero, ma alla fine tutti hanno digerito il nostro vero cognome". E oggi, com'è cambiata la musica? "Moltissimo, e in peggio"

di Claudio Moschin

Spettacolo

Famiglia e segreti: con "A casa tutti bene", il ritorno di Muccino in Italia

Il regista Gabriele Muccino, dopo 12 anni di lavoro a Los Angeles, riflette sull'ipocrita condizione di una grande famiglia disfunzionale

Nella presentazione alla stampa Muccino ha spiegato che il suo intento con questa pellicola è infatti quello di raccontare una grande famiglia e allo stesso tempo la società degli uomini, perché la famiglia quando si allarga diventa un villaggio tribale, diventa il Big Ban delle relazioni umane. “Tutto nasce dalla famiglia, tutto converge nella famiglia", ha detto Muccino del suo film

di Monica Straniero

In "Sono tornato", Mussolini riconquista l'Italia di oggi populista quanto lui

Nella pellicola di Luca Miniero, il Duce ritorna nell'Italia del 2018, in un'opera che mescola finzione e documentario

Sono molte le scene in Mussolini sfila in città, davanti a persone realmente ignare delle telecamere. Gli italiani appaiono felici di lamentarsi della crescente presenza di immigrati e musulmani. Molti affermano che il voto è inutile e la democrazia è una farsa. “Ho scelto di girare interviste in stile candid camera. Non sono pochi quelli che nutrono nostalgie inestricabili rispetto a quel passato", ha detto Miniero

di Monica Straniero

"Iom Romì": a New York, la sconosciuta vivacità del quartiere ebraico di Roma

Nel cortometraggio di Valerio Ciriaci, proiettato al Lincoln Center in occasione del Jewish Film Festival, storia e quotidianità si intrecciano

"È stato come scoprire un paesino nella città", ha detto il regista a La Voce di New York, nel raccontare un cortometraggio il cui obiettivo era quello di "ricreare l’atmosfera che si respira in quella che la comunità ebraica di Roma chiama ‘Piazza’". Prodotto da Centro Primo Levi e Awen Films, "Iom Romì" segue infatti una giornata nella vita di oggi nell'ex ghetto ebraico a Roma, tra tradizione e usanze

di Davide Mamone

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter