Cerca

ArtsArts

Commenti: Vai ai commenti

L’America che insegna con le armi

I Dialoghi di Mario Fratti

I terroristi che attaccano l'Occidente si stanno vendicando delle aggressioni ai loro paesi? La pensa così Chiara ma per Benito l'America in Iraq e Afghanistan stava solo cercando di aiutare esportando la democrazia

Benito: Un massacro dopo l’altro. Che sta succedendo?

Chiara: Vogliono una vendetta.

Benito: Che vendetta? Perché?

Chiara: Non ci perdonano l’invasione dell’Iraq e dell’Afganistan. Abbiamo ucciso quasi un milione di persone.

Benito: “Abbiamo”. Chi? Volevamo portare democrazia in quei paesi. Eliminare i cattivi ed aiutare i buoni.

Chiara: La fai facile. Volevamo cacciare un dittatore che non ci piaceva.

Benito: Volevamo aiutare migliaia di cittadini oppressi.

Chiara:  Come si fa a dimenticare e perdonare? Perdoneresti, tu, se ci invadessero per cambiare la nostra democrazia? Non piace a tutti.

Benito: E’ la migliore nella storia dell’umanità. Dopo otto anni il nostro Presidente se ne va volontariamente. Negli altri paesi vogliono tutti il potere e si ammazzano fra di loro.

Chiara: E noi, che c’entriamo? Perché interveniamo? Sono fatti loro.

Benito: Come migliore democrazia, abbiamo il dovere di insegnare, aiutare.

Chiara: Come esempio, certo. Non con le armi.

Benito: A volte, purtroppo, bisogna usare le armi. Abbiamo il più agguerrito esercito del mondo. Dobbiamo usarlo, qualche volta.

Chiara: Il presidente Obama non ha invaso nessun paese.

Benito: Lo ritengono un debole. Non ci rispettano più.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter