Cerca

ArtsArts

Commenti: Vai ai commenti

Chi dice troppo e chi troppo poco

I Dialoghi di Mario Fratti

clinton trump
Se Trump pur di fare sentire la propria voce finisce per insultare le donne musulmane, Hillary Clinton è un po' troppo laconica. Chiara e Benito commentano le ultime dichiarazioni dei candidati alla Casa Bianca

Chiara: Trump non riesce a star zitto. Deve attaccar tutti, immediatamente.

Benito: Solo chi lo attacca.

Chiara: La madre del soldato musulmano morto da eroe non aveva detto una parola.

Benito: Appunto. Gli sembrava un fatto sospetto. Ha fatto notare che le donne musulmane devono tacere sempre. Non hanno diritto ad avere opinioni.

Chiara: Era necessario che lo dicesse?

Benito: Gli piace sottolineare i difetti di chi lo attacca. E’ il suo stile.

Chiara: Non capisce che un saggio politico deve lasciar correre delicate situazioni. Come fa la Clinton.

Benito: Quella evita tutto. Non è sincera come Trump.

Chiara: E’ saggia. Guarda il caso della madre che l’ha accusata di lasciar morire suo figlio a Benghasi. Ha solo detto: “Capisco il suo dolore”. Capitolo chiuso; non se ne parla più.

Benito: La stampa la aiuta sempre.

Chiara: La madre musulmana soffriva solo con tragico silenzio. Trump l’ha criticata. Cinquanta interviste televisive ne hanno parlato.

Benito: Perché i media sono tutti a sinistra. Attaccano e criticano solo il nostro Leader , il nostro prossimo Presidente.

Chiara: Dodici punti di distanza fra lui e la Clinton. Come li colma?

Benito: Quando inizia con i messaggi televisivi. Ora gli han mandato tutti piccoli contributi. Ora può far conoscere al mondo i difetti della Clinton.

Chiara: Dice da mesi che è un miliardario. Perché non usa i suoi soldi?

Benito: Li ha usati. Continuerà ad usarli.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter