Cerca

ArtsArts

Commenti: Vai ai commenti

Dopo il sisma, a Ischia intervengono i “Caschi Blu della Cultura”

Un team della Task Force Carabinieri “Unite4Heritage” (i “Caschi Blu della Cultura”) è entrato in azione, unitamente al personale del Nucleo TPC di Napoli

Caschi Blu della Cultura a Casamicciola, Santa Maria della Pietà

I "Caschi blu della Cultura" stanno procedendo alla messa in sicurezza dei beni culturali mobili e al loro trasporto in luoghi sicuri, in attuazione della Direttiva, datata 23 aprile 2015, del Ministro Dario Franceschini. Procedure già adottate, con efficacia, anche in occasione degli eventi sismici che hanno colpito, lo scorso anno, l’Italia centrale

Casamicciola, Santa Maria della Pietà

Dopo le prime ricognizioni effettuate a Ischia dal personale del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale (TPC) nell’immediatezza del sisma, da oggi opera un team della Task Force Carabinieri “Unite4Heritage” (i “Caschi Blu della Cultura”) unitamente a personale del Nucleo TPC di Napoli.

Nell’ambito delle attività di tutela del patrimonio culturale promosse dall’Unità di Crisi e Coordinamento Regionale “Campania” del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, in sinergia con il personale della Protezione Civile e del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, i Carabinieri “Caschi blu della Cultura” stanno procedendo alla messa in sicurezza dei beni culturali mobili e al loro trasporto in luoghi sicuri, in attuazione della Direttiva, datata 23 aprile 2015, del Ministro Dario Franceschini.

Le procedure per la gestione della messa in sicurezza e della salvaguardia del patrimonio culturale in caso di emergenze derivanti da calamità naturali, delineate dalla citata Direttiva, sono state efficacemente adottate anche in occasione degli eventi sismici che hanno colpito, lo scorso anno, l’Italia centrale.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter