Cerca

Arte e DesignArte e Design

Commenti: Vai ai commenti

“Atelier” Lissoni: la bellezza del design italiano incanta New York

Da Milano a Manhattan, il design italiano nella visione rinascimentale di Piero Lissoni

New Aquarium for New York (Long Island City) - Winning project

Guidato da Stefano Giussani - co founder / partner e CEO - lo studio Lissoni® di New York si fa interprete della cultura statunitense, in una sublime narrazione tra il design made in Italy e la visione rinascimentale di uno dei nomi più conosciuti al mondo: Piero Lissoni

Non solo uno degli studi di Milano dedicati all’architettura e al design tra i più affermati al mondo: Piero Lissoni è il simbolo del “fare italiano”, di una visione rinascimentale e un approccio umanistico al progetto, di un’attenzione al dettaglio e una passione per la bellezza.

Piero Lissoni

Che sia un arredo per i marchi Living Divani e Porro o una cucina Boffi – alcune delle numerose collaborazioni di Lissoni – il suo design si distingue per un’accurata ricercatezza stilistica unita a un alfabeto di segni e nuances che ne riflettono la sua contemporaneità.

Con 32 anni di storia e un importante studio a Milano, dopo l’apertura del marchio Lissoni® negli States, da circa tre anni ha inaugurato a New York il suo “design atelier” nel cuore di Tribeca. Guidato dalla passione di Stefano Giussani: “Lissoni® qui a New York vuole essere un atelier di design a 360 gradi, una “traduzione” dello studio milanese con occhi americani.” A New York, Lissoni ha vinto il concorso di idee per il nuovo Acquario di Long Island City ed è stato scelto per l’interior design del nuovo luxury building 45 Park Place in Tribeca, tra oasis on the sky e residenze limited edition.

45 Park Place – New York (Credit: “Williams New York”)

Nella prima residential tower di Manhattan immaginata da Piero Lissoni con il supporto di Nicoletta Canesi, il paesaggio urbano e l’acqua divengono elementi cardine: dalla cucina alla sala da bagno, le icone di New York fanno da fondale scenico, tra materiali pregiati, arredi made in Italy e kitchen experience firmata Boffi. Circondati da un design plasmato dagli artigiani italiani, le amenities sono concepite come la naturale estensione dello stile di vita dei residenti: dalla piscina olimpionica rivestita con piastrelle a mosaico allo yoga studio.

Rooftop pool Ritz Carlton -Miami

Come ci racconta Stefano Giussani.

Stefano Giussani, come nasce lo studio Lissoni di New York?

“Fondato a Milano 32 anni fa da Piero Lissoni e Nicoletta Canesi, lo studio ha aperto a New York la sua seconda sede dedicata all’interior design: Lissoni® marchio registrato negli States tre anni fa è un vero e proprio atelier in cui il ‘fare italiano’ unito alla cultura americana e all’attenzione alla località progettuale diventano il fulcro di ogni nostra creazione.

Stefano Giussani

Finiture, legni, pietre sono sempre combinati in modo diverso per ogni progetto, diversificando varianti e accostamenti. Qui a New York lo studio si concentra principalmente sull’interior design, ma abbiamo iniziato anche a collaborare su importanti progetti di architettura appoggiandoci ad architetti americani, mantenendo la nostra visione “rinascimentale” e umanistica. Nell’interior ad esempio ci occupiamo di ogni singolo elemento: dagli arredi custom e in esclusiva per ogni progetto alla selezione di quegli “elementi sbagliati” che provengono da diverse culture – lampade della tradizione giapponese, vasi provenienti dall’Africa o complementi disegnati da maestri del design scandinavo – per creare un universo di armoniche contaminazioni espressive.”

Nel primo Residential Building di Manhattan firmato Piero Lissoni, 45 Park Place, quale l’ispirazione e quali le aziende selezionate nell’interior?

“Il punto di partenza è stata la posizione di 45 Park Place, la zona di Tribeca, e il panorama unico che si ammira dalle sue private residences, un luogo a cui Piero Lissoni è particolarmente legato. Volevamo creare un connubio tra quest’area di Manhattan e la nostra visione internazionale, portando una tipica abitazione europea in questo spettacolare skyline. E all’interno di ogni abitazione un sapore delle diverse culture del mondo.

Penthouse, 45 Park Place – New York (Credit: “Williams New York”)

Così, come gesto naturale, abbiamo scelto la gamma cromatica che contraddistingue lo studio Lissoni unita al nostro alfabeto creativo costituito dalle aziende per cui Piero è art director o designer: dalle cucine firmate Boffi agli arredi del marchio Porro e alla loro forte identità. Come il cliente aveva richiesto, l’interior doveva rappresentare la vision Lissoni e i codici del design che caratterizzano lo Studio, con un accentuato gusto italiano e un’alta qualità dei materiali. Il fil rouge che lega idealmente ogni nostro progetto è dato dalla scelta di accostamenti eterogenei, inedite contaminazioni che rompono la rigidità degli spazi, in un’idea dell’inaspettato.”

A cosa vi ispirate quando iniziate un progetto?

“Tra le diverse ispirazioni – il luogo, il lifestyle, la luce, la cultura locale – l’arte è sicuramente un fattore molto importante nella nostra vision progettuale. Le opere di riferimento vengono selezionate da Piero Lissoni e dal design team, e poi consigliate al cliente con il supporto dei consulenti del nostro Studio che lavorano con noi da molto tempo e conoscono perfettamente il linguaggio Lissoni.

Courtyard Chelsea Townhouse – New York

Già nella prima fase del progetto, ad esempio, lavoriamo in stretto contatto per creare una perfetta sintesi tra design e arte. Per noi è importante conoscere quali opere faranno parte del progetto per studiare in modo approfondito la tipologia di illuminazione ad esempio o il “protagonismo” dei singoli elementi”.

In che modo l’heritage Lissoni si coniuga alla cultura newyorkese e americana?

“È senza dubbio una costante sfida. Ogni luogo rappresenta per noi una forte ispirazione come ad esempio nel progetto di una torre residenziale a San Francisco: siamo partiti dalla luce e dalle gradazioni di colori di questa città, traslitterandole in pennellate cromatiche negli interni. E dalla sua cultura, la cultura della new generation, con una particolare attenzione al futuro: ogni unità abitativa è dotata di una tecnologia all’avanguardia, invisibile e silenziosa, proiettata alla velocità. Ci siamo poi lasciati influenzare dal lifestyle caratterizzato da un’attenzione alla cultura del corpo, al benessere, al cibo organico: abbiamo così pensato di inserire nelle amenities un vero e proprio laboratorio dedicato a workshop per la bicicletta, di creare una community kitchen in cui apprendere i segreti della cucina e un community garden in cui coltivare il proprio organic food. Trasferendo i codici della città nella vision Lissoni.

Common areas, One Oak building – San Francisco

A Washington DC – dove ci stiamo occupando dell’interior di un nuovo edificio destinato a hotel e residenze – stiamo disegnando gli interni guardando a importanti tratti della cultura americana, come il design degli Shaker, per essere poi reinterpretato secondo il nostro alfabeto. Per mantenere viva la ricca cultura degli States, i loro manifesti e i loro simboli, nell’idea di creare una narrazione tra la nostra italianità e la magnificenza locale. In un insieme di sapori differenti e irripetibili.”

 

Lissoni®

433 Broadway, suite 502

10013 New York (NY)

info@lissoni.us – www.lissoni.us

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter