Cerca

Libri

Naipaul, addio al disvelatore realista e sradicato di "storie soppresse"

Nobel per la letteratura nel 2001, scomparso all'età di 86 anni, rifiutò tanto la narrazione consolatoria terzomondista quanto l'occidentalizzazione forzata

Naipaul rimane uno sradicato, un ragazzo in fuga, che pur approdando ad una delle più importanti università dell’Occidente ne detesta riti e steccati.  Naipaul, anche il Naipaul dei reportage, può aiutarci soprattutto  in una cosa: ad allenare il nostro senso critico. A scavare, come cani da tartufo. A mettere a fuoco le mistificazioni nascoste nel concetto di identità. Ma può aiutarci anche ad apprezzare meglio le virtù di una società aperta, inclusiva

di Marco Pontoni

Letti per voi

Consigli di lettura

"From Da Ponte to the Casa Italiana": 90 anni di Italia alla Columbia University

Il libro di Barbara Faedda ci racconta la storia dell'istituzione italiana, dalla fondazione al controverso rapporto con il fascismo

La Casa che ora ospita l'Italian Academy rappresenta un punto di riferimento per la cultura italiana e rimane tutt'oggi un simbolo dello stretto rapporto che lega l'Italia con la città di New York e i suoi abitanti di origini italiane. Abbiamo intervistato l'autrice del libro

di Chiara Nobis

Le vite potenziali, il mondo 2.0 tra ordinario e poetico-metropolitano

Il libro di Francesco Targhetta: tra lirismo, tracce di letteratura "alta" e malinconica quotidianità

Un libro che si cala dentro all’oggi, ovvero all’esistenza quotidiana di persone ordinarie (non eroiche e nemmeno marginali), che vivono in una città altrettanto “qualunque” (Mestre), che lavorano nel privato, in aziende impegnate nella competizione globale perenne, che per lavoro viaggiano avanti e indietro per l’Europa, che nel loro piuttosto scarso tempo libero imbastiscono amicizie, storie, trame, matrimoni

di Marco Pontoni

Helena Janeczek, dopo 15 anni il Premio Strega a una donna

"La ragazza con la Leica" ricostruisce la storia di Gerda Taro, fotografa di guerra tedesca morta nel 1937 documentando la guerra civile spagnola

“La ragazza con la Leica" non è una semplice biografia. Helena Janeczek, sceglie una strada più difficile, dando la parola ad alcuni di coloro che ebbero modo di conoscere Gerda Taro Pohorylle in tempi e circostanze diverse, in Germania ma anche in Francia, in Italia, e poi sul fronte spagnolo

di Marco Pontoni

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter