Cerca

LibriLibri

Commenti: Vai ai commenti

Un Galileo a Milano: quando al Piccolo arrivò il più sofferto testo di Brecht

Massimo Bucciantini nel suo libro racconta una storia italiana di memoria laica e civile

In questa intervista con Dalila Colucci (Harvard University), Massimo Bucciantini si sofferma sul dirompente valore sociale e politico del Galileo di Strehler nell’Italia degli anni Sessanta: un’autentica provocazione teatrale, destinata a segnare in maniera indelebile la luminosa parabola brechtiana del Piccolo di Milano

È un avvincente percorso investigativo quello cui Massimo Bucciantini, professore di Storia della Scienza presso l’Università di Siena, ci invita nel libro Un Galileo a Milano (Einaudi 2017): un insolito impasto di cronaca, politica e letteratura che ricostruisce l’eccezionale allestimento di Vita di Galileo, il più sofferto testo teatrale di Bertolt Brecht, al Piccolo Teatro di Milano nel 1963, per la regia di Giorgio Strehler e scenografia di Luciano Damiani.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter