Cerca

Lingua ItalianaLingua Italiana

Commenti: Vai ai commenti

“Destinazione Italiano” a New York

Formazione online: 14 docenti americani a scuola di italiano con i corsi ICoN

Si è conclusa l’esperienza formativa alla Scuola d’Italia “G. Marconi” di New York. I 14 docenti hanno seguito per quattro mesi i corsi online di Destinazione Italiano, pensati appositamente da ICoN per un pubblico americano

Si è conclusa il 5 giugno l’esperienza formativa di 14 docenti americani appartenenti alla Scuola d’Italia “G. Marconi” di New York, che hanno studiato italiano online attraverso i corsi di lingua ICoN, Consorzio di Università italiane che opera in convenzione con il ministero degli Affari Esteri. La scuola italiana “G. Marconi”, diretta dalla professoressa Maria Palandra, è l’unica scuola bilingue e biculturale in Nord America. Nata nel 1977, accompagna gli alunni dall’asilo alla maturità scientifica; pienamente parificata, richiede ai docenti la conoscenza della lingua italiana e ICoN, con i suoi corsi online di lingua, è stata contattata per seguire la loro formazione.

I corsi di ‘Destinazione Italiano’ 

I 14 docenti hanno seguito per quattro mesi i corsi di Destinazione Italiano, pensati appositamente da ICoN per un pubblico americano. Nove docenti hanno usufruito del corso Destinazione Italiano 1, mentre in cinque hanno partecipato al secondo livello del corso, Destinazione italiano 2. Tutti e 14 i docenti hanno avuto il supporto di un tutor ICoN qualificato e hanno potuto seguire i corsi attraverso due classi virtuali pensate per loro, sostenendo prove e attività di produzione scritta e orale.

Strumenti didattici 2.0

Luca Rasori è il tutor ICoN di riferimento per i 14 insegnanti e racconta così la sua impressione sull’esperienza appena conclusa: “La frequenza del corso online ha permesso agli insegnanti di conciliare lo studio dell’italiano con i numerosi impegni legati al lavoro a scuola. E di conoscere, almeno in parte, l’universo degli strumenti didattici del web 2.0, che abbiamo utilizzato nelle attività di reimpiego creativo delle strutture apprese nel corso. Gli insegnanti, così, non hanno soltanto migliorato la loro conoscenza dell’italiano: hanno anche acquisito nuove competenze digitali”.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter