Cerca

Lingua ItalianaLingua Italiana

Commenti: Vai ai commenti

A New York, la lingua italiana non va in vacanza!

Ultimo giorno di scuola alla South Middle School a Newburgh: ecco i "consigli" di fine anno in vista dell'estate

Molti studenti d'italiano hanno l'opportunità di fare una vacanza studio in Italia. Ma grazie agli strumenti di oggi anche chi non ha la possibilità di partire può mantenere vivo lo studio della lingua italiana. Come? Attraverso programmi come "Prego! An Invitation to Italian", alla lettura o alla visione di documentari e video

Finiti gli esami tutti gli studenti festeggiano la fine della l’anno scolastico e l’inizio delle vacanze, anche se molti di loro rimangono in città durante la pausa estiva. Non tutti gli studenti d’italiano hanno l’opportunità di fare una vacanza studio in Italia o frequentare un programma intensivo di lingua e cultura italiana per motivi economici. Sarebbe bellissimo se i viaggi studio fossero possibili a tutti i ragazzi che studiano lingua, perché sono un ottimo strumento culturale e un’occasione per praticare la nuova lingua, impedendo di perdere durante i due mesi di pausa lo studio linguistico fatto a scuola. Comunque, in una società dal frenetico sviluppo tecnologico, anche  i ragazzi che non hanno la possibilità di fare una vacanza studio possono praticare la lingua italiana a casa o in qualunque altro posto si trovino. Un ottimo piano per studiare la struttura della lingua italiana è completare esercizi online. Infatti si può studiare e sviluppare le proprie capacità linguistiche orali, scritte, e di comprensione facilmente navigando l’Internet.

Un buon programma di italiano è “Prego! An Invitation to Italian”, un piano di studio per l’italiano come lingua straniera, semplice da usare e molto pratico. Tutti gli studenti di lingua possono avvantaggiare lo studio della lingua italiana tramite il ripasso di forme grammaticali e approfondire sia l’uso del lessico italiano, sia l’acquisizione della lingua. La lettura è certamente un ottimo esercizio per migliorare la comprensione della lingua e imparare nuovi termini italiani. Gli studenti si devono abituare a leggere attentamente testi di vario genere, non solo di letteratura ma anche di giornali come quelli su La Voce di New York, che abbonda di articoli culturali, scientifici, storici, d’arte e di cucina italiana. Leggere aiuta molto anche a capire la nostra bellissima e ricca cultura italiana. Per facilitare la comprensione degli studenti stranieri bisogna consigliarli a leggere il testo più di una volta e di sottolineare le parole nuove cercando sempre di indovinare il loro significato, ma se gli studenti hanno veramente dei dubbi devono ricorrere all’aiuto del dizionario. Senza una costante pratica della lettura, o senza esercitare l’ascolto in italiano durante l’estate, gli studenti dimenticheranno molto di quello che hanno imparato in classe.

Ultimo giorno di scuola alla South Middle School in Neburgh
Nella foto il professore di inglese Thomas S. Reynolds, e il professore di storia Rich Durbin sulla scalinata dell’istituto

Per questo motivo durante le vacanze, e prima che inizi il nuovo anno scolastico, è importante che i ragazzi che studiano lingua straniera trovino il tempo di leggere in Italiano qualcosa di piacevole. La pratica della lingua italiana con metodi divertenti fuori dalla classe, e senza lo stress degli esami, aiuta a tenere la mente occupata in modo produttivo, e a ridurre l’ansia all’inizio del nuovo anno scolastico, quando l’apprendimento della lingua a livello più alto presenta nuove sfide. Consiglio a tutti gli studenti la visione dei documentari culturali di Rick Stevens sulla geografia italiana. Rick Stevens spiega tutto in inglese ma i suoi video sono bellissimi e molto dettagliati nella spiegazione. Io li uso spesso con i miei studenti per motivarli a studiare la nostra lingua. Molti studenti non hanno la minima idea di come sia l’Italia, e per loro guardare questi video è un’esperienza veramente bella. Nella nostra scuola gli studenti hanno frequentato le classi per una intera settimana dopo aver dato gli esami finali, con loro in classe c’era una supplente mentre noi docenti eravamo altrove a  correggere gli esami.

In questo articolo includo alcuni video di regioni italiane che ho usato in classe durante l’ultima settimana di scuola. Milan and Lake Como, Venice: City of DreamsItaly’s Riviera: Cinque TerreRome: Ancient GloryNaples and Pompeii, The Best of SicilyItaly’s Amalfi Coast. La nostra cultura è bellissima ed è un ottimo strumento di motivazione anche per gli studenti non interessati allo studio dell’italiano. Navigando in internet si possono trovare video non solo sulle regioni italiane ma anche di lingua e cultura, e tutti completamente gratis. Quindi, un viaggio visivo in Italia lo possono fare tutti, e gratis, anche se non fisicamente. Per un continuo apprendimento della lingua è raccomandabile dedicare un’ora alla settimana alla pratica e allo studio.  Le risorse a disposizione sul web sono tante, e si può scegliere il livello e il tema. Anche gli studenti che amano la musica possono studiare la lingua praticando l’ascolto di canzoni italiane come Ricordati di me e leggendo il testo durante l’ascolto. Quelli che preferiscono il cinema possono guardare film italiani come La vita è bella, sottotitolato in inglese; un film ottimo anche perché include molti temi: storia, discriminazione, razzismo, pregiudizi, e guerra. Le scelte sono ampie e vanno dal livello principiante a quello avanzato. Nel web si possono trovare anche esercizi con dialoghi, attività di ascolto,  presentazioni PowerPoint, e libri digitali di grammatica e di testo da scaricare gratis.

Eppure, anche se per il 2016-17 l’estate è ufficialmente iniziata e la scuola per gli studenti è finita, per noi docenti l’istruzione non finisce perché la docenza è una missione e il nostro lavoro continua anche al mare o in montagna. Noi tendiamo a socializzare spesso con ragazzi che parlano di scuola e di esami anche quando non siamo a scuola; non riusciamo a vivere senza ascoltare gli adolescenti. A me è capitato spesso, quando vado in Italia, di trovarmi in spiaggia con studenti americani e parlare di scuola, lingua e cultura. E così, alla fine dell’anno scolastico appena sorvolato ci domandiamo cosa resta a noi docenti. Ci restano di sicuro i ricordi dei ragazzi che sono entrati nelle nostre classi e che abbiamo istruito tutti i giorni per un anno. Ci resta la solita umile difficilissima arte di vivere insegnando ad altri ragazzi il prossimo anno, sperando sempre che la fine di ogni giugno si trasformi in un momento speciale per tutti gli alunni, che finiscono la scuola superando i loro criticati e tanto detestati esami finali.

  • Ariana Cox

    E’ piu’ bello vivere la lingua italiana con tutti modi di esprimersi!

  • Vita Patrick Morales

    Grazie per l’informazione.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter