Cerca

SpettacoloSpettacolo

Laurearsi sulle due sponde dell’Atlantico

Il team di H2CU al Consolato italiano di New York

Il team di H2CU al Consolato italiano di New York

Il Centro Interuniversitario di Formazione Internazionale H2CU della Sapienza Università di Roma ha presentato le sue attività al Consolato Italiano di New York. Grazie al programma di scambio, studenti italiani e americani possono ottenere la laurea in entrambi i paesi

Si è svolto giovedì al Consolato Italiano di New York l'incontro dal titolo Italian American Cultural Relationships in a Changing World, promosso dal Centro Interuniversitario di Formazione Internazionale H2CU della Sapienza Università di Roma. L'evento si inserisce all'interno del programma per il 2013 Anno della Cultura Italiana negli USA e nasce con l'obbiettivo di presentare le attività di H2CU e di aprire una riflessione sullo scambio tra istituzioni scolastiche e accademiche italiane e americane.

H2CU si pone l'obiettivo di creare sinergie sempre più strette tra le realtà accademiche sulle due sponde dell'Oceano, con il fine ultimo di lanciare una nuova Università Italo-americana. Creato nel 2004 da 21 Università Italiane e tre Istituti del Consiglio Nazionale delle Ricerche, il Centro sviluppa programmi accademici congiunti con Università Americane. In collaborazione con atenei prestigiosi come la Columbia University, la New York University e il Massachusetts Institute of Technology, il Centro offre la possibilità a studenti italiani e americani di seguire programmi in entrambi i paesi e di ottenere un doppio diploma di laurea. Grazie alla creazione di un curriculum didattico riconosciuto da entrambi i paesi, gli studenti italiani possono seguire uno dei due anni del corso di laurea di secondo livello in America e conseguire, oltre al titolo italiano, il Master Degree. Allo stesso modo gli studenti americani di livello graduate, possono fare un anno di studio in Italia e conseguire la laurea italiana. Ad oggi più di 150 studenti italiani hanno acquisito il titolo americano di Master of Science e più di 500 studenti americani hanno partecipato a programmi accademici in Italia. Oltre alla possibilità di trascorrere un intero anno all'estero, il Centro offre anche programmi più brevi. Gli ambiti di studio vanno dall'ingegneria alla medicina, fino alla giurisprudenza e l'archeologia.

Per facilitare ulteriormente gli studenti italiani in arrivo a New York, nel 2008 il Centro, in collaborazione con il Politecnico di Bari e le università del Molise, di Brescia, Perugia e Cassino, ha acquistato 15 appartamenti a Battery Park (Manhattan), messi a disposizione di chi partecipa al programma.

“Questa è una grande opportunità per gli studenti – ha detto Matilde Cuomo, fondatrice di Mentoring USA, intervenuta durante l'incontro – Come comunità italo-americana, dobbiamo assicuraci che gli studenti delle scuole superiori, soprattutto quelli di famiglie che fanno fatica a mandare i figli nelle costose università americane, vengano a conoscenza di questa opportunità che può rappresentare una speranza per molti”.

Il programma è finanziato dal Ministero dell'Educazione, ma H2CU incoraggia, in futuro, la partecipazione a questa iniziativa di imprese private disponibili a finanziare e supportare quei giovani ricercatori che potranno creare una nuova generazione di professionisti e accademici in grado di guidare la ricerca in un mondo globalizzato.

Domani alle 16.30, l'Istituto Italiano di Cultura ospiterà un secondo evento promosso dal Centro dal titolo H2CU Highlights in New York.

 

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter