Cerca

SpettacoloSpettacolo

Al Tribeca un documentario dal sapore cinese al gusto americano. The Serach for General Tso

A quanto pare i piatti della cucina italiana non sono gli unici ad avere subito processi di americanizzazione. Il film The Serach for General Tso cerca di scoprire le origini di una ricetta poco conosciuta in Cina, diventata uno dei piatti più diffusi nei ristoranti cinesi a stelle e strisce. Un viaggio tra Occidente e Oriente che diventa occasione per raccontare la storia dell’insediamento cinese in America

L’abitudine dell’America di appropriarsi delle cucine straniere e renderle proprie fa parte della sua identità, il melting-pot (risulta pertinente il gioco di parole, dal momento che vengono mescolati nel calderone i diversi sapori fino a fondersi gli uni con gli altri). Ma quando un italiano tenta di spiegare ad un americano che le Fettuccine Alfredo o gli Spaghetti with Meatballs (dove ci sono vere e proprie polpette che accompagnano la pasta, come nel film Lilli e il vagabondo) in Italia non sappiamo neanche cosa siano, la notizia suscita grande stupore. Consola allora sapere che le reinterpretazioni a stelle strisce non sono esclusiva della cucina italiana. Stessa cosa succede ai cinesi, anche loro scettici sul piatto che spopola nella gastronomia sino-americana: General Tso Chicken. Un piatto a base di pollo, immancabile nei menu dei ristoranti cinesi americani quanto largamente sconosciuto in Cina.

“Il pollo del Generale Tso” ha origini misteriose. Chi era il Generale Tso? Qual è l’origine della pietanza luculliana di maggior successo nel cibo d’asporto statunitense, servito in più di cinquantamila ristoranti a stelle e strisce? Alcuni associano il piatto a Zuo Zontang, un generale proveniente dalla regione dello Hunan, appartenente alla dinastia Qing. Altri invece ritengono che la ricetta sia stata inventata a Taiwan dallo chef Peng-Chang-kuei, poi trasferitosi a New York negli anni ‘70 per aprire il proprio ristorante. Mentre un altro ristorante cinese della grande mela, Shun Lee Palaces, rivendica di essere stato il primo a servire questa variante di pollo.

Il documentario The Search For General Tso (Alla ricerca del Generale Tso), presentato al Tribeca Film Festival, diretto da Ian Cheney e Jennifer 8. Lee, è un epico viaggio nei ristoranti cinesi da New Orleans a Shanghai. L’espediente culinario diventa il veicolo per approfondire temi legati all’immigrazione, l’adattamento e l’innovazione. Infatti questo delizioso (e il gioco di parole risulta pertinente) racconto travalica il mero e ghiotto peccato di gola. Le origini della pietanza sono l’espediente narrativo per ricostruire la storia dell’insediamento cinese in America: con il Chinese Exclusion Act nel 1882, i lavoratori cinesi furono il primo gruppo nella storia americana ad essere escluso dagli Stati Uniti in base alla razza e alla classe. Ma gradualmente la storia non solo ha riscattato il popolo asiatico emigrato nel nuovo continente, da quando il presidente Nixon visitò la Cina nel 1972, ma la sinofilia è diventata di tendenza al punto che è una tradizione di molte famiglie di fede ebraica recarsi nei ristoranti cinesi il giorno di Natale.

Non c’è alcun retrogusto agrodolce nella pellicola sul pollo cinese americanizzato, bensì oltre a suscitare un grande appetito e il desiderio di precipitarsi a Chinatown, allieterà lo spirito quanto le papille gustative!

The Search for General Tso – Trailer from Wicked Delicate Films on Vimeo.


Per chi volesse provare a fare Il Pollo del Generale Tso in casa, ecco la ricetta:

Ingredienti:

450 g di petti o sovracosce di pollo, privati di ossa e pelle;

riso375 ml di amido di mais;

2,5 g di sale;

2,5 g di pepe nero macinato fresco;

750 ml di olio di arachidi di qualità;

15 ml di olio extravergine di oliva;

8 peperoncini piccanti essiccati, interi.

Per la marinata:

15 ml di salsa di soia;

15 ml di vino di riso;

2 albumi d'uovo.

brodoPer la salsa:

2 spicchi d'aglio tritati;

15 ml di olio extravergine d'oliva;

60 ml di brodo di pollo;

22 g di concentrato di pomodoro;

15 ml di aceto di riso;

5 ml di salsa hoisin;

5 g di crema di peperoncino;

5 ml di olio di sesamo;

15 g di zucchero;

5 g di amido di mais;

Per la guarnitura: semi di Sesamo, scalogno, riso bollito caldo.

Preparazione:

piatto​Preparate la marinata: In una zuppiera capiente, mescolate la salsa di soia, il vino di riso e gli albumi d'uovo. (Come alternativa al vino di riso si può utilizzare dello sherry secco.)

Tagliate il pollo in piccoli pezzi e marinate la carne: Mettete il pollo nella zuppiera in cui è stata preparata la marinata e mescolate con cura per 10-30 minuti, poi coprite la zuppiera con della pellicola per alimenti, o con della carta stagnola, e riponetela in frigorifero.

Preparate l'impanatura: in una seconda zuppiera, versate l'amido di mais, il sale ed il pepe, mescolateli e fateli amalgamare.

Impanate il pollo: rimuovete la carne dalla marinata ed impanatela, ricoprendola su tutti i lati con la miscela di amido di mais.

Rosolate l'aglio: in una grande padella, versate 15 ml di olio extravergine di oliva e scaldatelo su un fuoco vivo; quando l'olio è caldo, aggiungete in padella l'aglio tritato e rosolatelo finché non sarà diventato fragrante e dorato.

Miscelate gli altri ingredienti della salsa separatamente: Versate in una zuppiera il brodo di pollo, il concentrato di pomodoro, l'aceto di riso, la salsa hoisin, la crema di peperoncino, l'olio di sesamo, lo zucchero e l'amido di mais e mescolate fino ad ottenere una salsa liscia. (Come alternativa all'aceto di riso, si può usare dell'aceto bianco distillato.)

Versate la salsa in padella: aggiungete lentamente la salsa nella padella con l'aglio e mescolate finché la salsa non si sarà addensata, poi copritela con la pentola per conservare il calore fino al momento opportuno.

Scaldate l'olio per la frittura: versate 750 ml di olio di arachidi in una pentola profonda o in una friggitrice e friggete il pollo fino a renderlo croccante e dorato; quando è terminata la cottura del pollo, disponete i pezzi su un piatto rivestito con della carta assorbente per scolarlo dall'olio in eccesso.

Saltate in padella i peperoncini e aggiungete la salsa: Versate in padella la salsa calda e fatela cuocere per circa un minuto, mescolate affinché gli ingredienti si amalgamino

Aggiungete il pollo: versate in padella il pollo fritto e mescolate per condire ogni cubetto di carne con la salsa.

Servite il pollo adagiandolo sul riso bollito e decoratelo con i semi di sesamo e con lo scalogno.

Buon Appetito!

 

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter