Cerca

SpettacoloSpettacolo

Anche il Tribeca Film Festival premia il cinema italiano

Valeria Bruni Tedeschi al Tribeca Film Festival. Foto: Getty Images North America

Valeria Bruni Tedeschi al Tribeca Film Festival. Foto: Getty Images North America

La 13ª edizione del festival newyorchese fondato da Robert De Niro si conclude con un successo made in Italy. Valeria Bruni Tedeschi, interprete del film Il capitale umano di Paolo Virzì si è aggiudicata il premio come miglior attrice. "Ha la capacità di far convergere forza e fragilità con spontaneità, in maniera impetuosa e sottile nonché con grande autocontrollo” ha decretato la giuria. Pubblichiamo la lista completa dei premiati

 

Si è conclusa la 13ª edizione del festival newyorchese fondato da Robert De Niro, Jane Rosenthal e Craig Hatkoff con un grande successo italiano: Valeria Bruni Tedeschi, interprete del film Il capitale umano di Paolo Virzì, presentato alla kermesse, si è aggiudicata il premio come miglior attrice, spuntandola contro Fanny Ardant presente al festival con il film Bright Days Ahead. Nell’intervista che Valeria aveva rilasciato a La VOCE di New York aveva detto che il Tribeca porta fortuna, e in effetti la kermesse ha ricambiato il kudos. La giuria ha definito l’interpretazione della Bruni Tedeschi “Un ritratto elegante di una donna profondamente in conflitto come moglie e come madre, questa attrice ha plasmato una donna che combatte tra l’amore, la famiglia e il dovere. Ha la capacità di far convergere forza e fragilità con spontaneità, in maniera impetuosa e sottile nonché con grande autocontrollo”.

Quest’anno al festival sono stati presentati 89 lungometraggi e 57 corti da 40 paesi, i vincitori sono stati 12 film provenienti da 10 paesi. I trofei dei vincitori erano delle vere e proprie opere d’arte create da artisti contemporanei, tra cui Tim Barber, Tony Bennett, Stephen Hannock, Matthew Modine, Catherine Murphy, James Nares, Alexis Rockman, e Clifford Ross. La cerimonia di premiazione, avvenuta al Conrad Hotel e sponsorizzata dalla compagnia di telefonia mobile statunitense AT&T, è stata presieduta da Pat Kiernan.

Diverse giurie per ciascuna categoria hanno decretato i cineasti meritori. Zero Motivation vince come Miglior Lungometraggio Narrativo, prescelto dalla giuria in quanto “La pellicola segue delle giovani donne alla ricerca della propria identità in un mondo maschilista. La loro impresa è svolta con ironia, forza ed intelletto, qualità rispecchiate dalla regista. Crediamo vivamente che una nuova voce sia emersa”. Mentre il Miglior Documentario premiato è Point and Shoot, che a detta della giuria è “un film che crea le proprie regole, ritraendo un’incosciente generazione in maniera ambivalente e cupa”. Nelle altre categorie, Paul Schneider è stato premiato come miglior attore per la sua interpretazione di padre divorziato in Goodbye To All That. Ma vediamo nel dettaglio tutti i vincitori del Tribeca Film Festival 2014:

NARRATIVA

Premio Founders per il Miglior Lungometraggio Narrativo

Zero Motivation

Scritto e Diretto da Talya Lavie

Miglior Attore in un Lungometraggio Narrativo

Paul Schneider come Otto Wall

Goodbye to All That

Migliore Attrice in un Lungometraggio Narrativo

Valeria Bruni Tedeschi come Carla 

Il capitale umano

Miglior Fotografia in un Lungometraggio Narrativo

Damian García

Güeros

Miglior Sceneggiatura in un Lungometraggio Narrativo

Guillaume Nicloux

The Kidnapping of Michel Houellebecq

Miglior Montaggio in un Lungometraggio Narrativo

Keith Miller

Five Star

DOCUMENTARI

Miglior Lungometraggio Documentaristico

Point and Shoot

Diretto da Marshall Curry

Menzione speciale della Giuria

Regarding Susan Sontag

Diretto da Nancy Kates

Miglior Montaggio in un Lungometraggio Documentaristico

Sabine Lubbe Bakker & Niels van Koevorden

Ne Me Quitte Pas

NUOVE CATEGORIE

Miglior Prima Regia Narrativa

Josef Wladyka

Manos Sucias

Miglior Prima Regia Documentaristica

Alan Hicks

Keep On Keepin’ On

Menzione Speciale della Giuria

Alonso Ruizpalacios

Güeros

Miglior Cortometraggio Narrativo

The Phone Call

Diretto da Mat Kirkby

Miglior Cortometraggio Documentaristico

One Year Lease

Diretto da Brian Bolster

Menzione Speciale della Giuria

The Next Part

Diretto da Erin Sanger

Premio Studentesco

Nesma’s Birds

Diretto da Najwan Ali e Medoo Ali 

Menzione Speciale della Giuria

Cycloid

Diretto da Tomoki Kurogi

Premio Nora Ephron

Talya Lavie

Zero Motivation 

PREMI HEINEKEN

Premio Heineken per la Miglior Regia Narrativa

Chef

Diretto da Jon Favreau

Premio Heineken per la Miglior Regia Documentaristica

Keep On Keepin’ On

ONLINE

Miglior Regia Narrativa

Vara: A Blessing

Diretto da Knyentse Norbu

Miglior Regia Documentaristica

Love in the Time of March Madness

Diretto da Melissa Johnson e Robertino Zambrano

 

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter