Cerca

SpettacoloSpettacolo

Dall’Italia con gusto: Identità golose fa tappa a New York e Chicago

Foto: Brambilla Serrani

Foto: Brambilla Serrani

Il giornalista milanese Paolo Marchi approda a New York con Identità golose, un ciclo di congressi all’insegna della cucina italiana. Il progetto nasce in Italia e debutta a Londra nel 2009, ma la vera svolta avviene nel 2010, quando anche le porte di New York si spalancano all’iniziativa. Dal 30 settembre al 3 ottobre l’Italia batte tutti a colpi di chef nella sede Eataly di New York

L’edizione 2015 di Identità Golose New York arriva negli USA sotto il segno dell’Expo di Milano, fa tappa a Eataly NY dal 30 settembre al 3 ottobre e sui Grandi Laghi, il 6 e 7 ottobre; il tema dell’esposizione universale, Nutrire il pianeta, energia per la vita viene declinato attraverso incontri didattici con celebri chef – Moreno Cedroni, Mario Batali, Andrea Migliaccio, Tony Mantuano, Massimo Bottura, Michael White, Davide Scabin, Fortunato Nicotra, Rita Sodi, Vito Mollica, Mark Vetri, Ugo Alciati, Jonathan Benno, Carlo Cracco, Mark Ladner, Lidia Bastianich – che hanno scelto un ingrediente nel quale si riconoscono, dal pane per Bottura all’olio per Cedroni o l’uovo per Cracco, e hanno chiamato un collega americano per confrontarsi e dare vita a una lezione a quattro mani, incentrata su quel prodotto.

Ideatore e curatore di Identità Golose è il giornalista milanese Paolo Marchi che, dopo una lunga attività nella redazione del quotidiano Il Giornale (dal 1979 al 2011, sport e critica enogastronomica), ha realizzato quello che di fatto è il primo congresso italiano di cucina e pasticceria d’autore, allargandosi poi internazionalmente con il debutto a Londra nel giugno 2009 e nel 2010 a New York e a San Marino. A tutto ciò, Paolo alterna la compilazione di guide e ricettari, impiegando il tempo libero con la scrittura, la vita con la famiglia e la preparazione del risotto alle cipolle per gli amici, almeno dieci, attorno allo stesso tavolo.

Paolo, Identità Golose è ormai una vera galassia di attività, informazioni, creazioni; come si è concretizzato lo sbarco a New York?

Chef all'opera

Foto di Brambilla Serrani

Si tratta di un progetto nato grazie al rapporto di stima reciproca con Oscar Farinetti e con Eataly. Un'affinità di intenti che ha fatto sì che Eataly rappresentasse per noi il palcoscenico ideale dove mettere in scena la nuova cucina italiana d'autore e di qualità, all'interno di uno spazio che fonda proprio sulla qualità dei prodotti 100% italiani il concept e il proprio progetto di sviluppo commerciale. Non ultimo, un ringraziamento speciale va a tutti i partner e sponsor che fin dalla prima edizione hanno creduto e hanno garantito supporto al nostro progetto negli Stati Uniti: grandi e piccole aziende che hanno saputo cogliere una opportunità di visibilità all'interno di una location strategica, sostenendo i migliori ambasciatori della cultura gastronomica italiana all'estero: i nostri grandi chef.

Arrivi direttamente dall’EXPO milanese. Un bilancio?

Identità NY

Foto di Brambilla Serrani

Siamo ad un mese dalla fine e il bilancio non potrebbe essere più positivo, sia in termini di gradimento del pubblico in generale (oltre 250.000 visitatori registrati solo lo scorso sabato), sia per quanto riguarda l'esito del nostro progetto, il temporary restaurant IDENTITA' EXPO, all'interno del quale, alla fine dell'Esposizione Universale, avremo ospitato oltre 200 chef, 78 dei quali – italiani e internazionali – avranno firmato altrettanti menu proposti al pubblico con alto gradimento. Un'esperienza straordinaria per il nostro team, che si è dimostrato vincente nella realizzazione diun perfetto mix fra cucina d'autore, ambiente di design, ricchezza del palinsesto e dell'offerta culturale, non solo gastronomica.


Programma Identità New York 2015 – 100% Italia

Mercoledì 30 settembre
12 pm lezione Andrea Migliaccio e Tony Mantuano (pomodoro)
6 pm lezione Moreno Cedroni e Mario Batali (olio extravergine d’oliva)

Giovedì 1 ottobre
12 pm lezione Massimo Bottura e Michael White (pane)
7 pm cena con Massimo Bottura (antipasto) – Andrea Migliaccio (primo) – Moreno Cedroni (secondo) – Ugo Alciati (dolce)

Venerdì 2 ottobre
12 pm lezione Carlo Cracco e Jonathan Benno (uovo)
5 pm lezione Ugo Alciati e Marc Vetri (latte)
7 pm cena con Lidia Bastianich: Carlo Cracco (antipasto) – Davide Scabin (primo) – Mark Ladner (secondo) – Vito Mollica (dolce)

Sabato 3 ottobre
12 pm lezione Davide Scabin e Fortunato Nicotra (pasta)
5 pm lezione Vito Mollica e Rita Sodi (fagioli)

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter