Cerca

SpettacoloSpettacolo

Commenti: Vai ai commenti

A Venezia 74, il genocidio dei Jenisch: “Una vicenda rimossa dalla storia”

Il video-incontro con la regista del film "Dove cadono le ombre", Valentina Pedicini: "Speriamo di aver acceso la luce su un fatto sconosciuto"

"Dove cadono le ombre" narra del genocidio dei Jenish in Svizzera, che si registra tra il 1926 e il 1928. I Jenish sono la terza etnia nomade europea e oltre 2mila bambini in quei tre anni vengono sottratti alle loro famiglie e costretti ad esperimenti scientifici e a pratiche mediche. Una vicenda di cui nessuno si ricorda, presentata alla 74esima Mostra del Cinema di Venezia

Dove cadono le ombre è la storia del “piccolo genocidio” dei Jenisch In Svizzera negli anni che vanno dal 1926 al 1986, quando un’associazione filantropica sottrae oltre 2mila bambini alle famiglie Jenisch, terza etnia nomade europea, per estirpare il fenomeno del nomadismo. Gli esperimenti scientifici e le pratiche mediche che vengono condotti sui bambini sono narrati nel film Dove cadono le ombre, diretto da Valentina Pedicini. Il film, che vede tra gli interpreti Elena Cotta, già Coppa Volpi nel 2014, Federica Rosellini e Josafat Vagni, è in concorso alle Giornate degli Autori a Venezia 74.

Qui e sopra la registrazione dell’incontro con la regista Valentina Pedicini, in collaborazione con Stefano Amadio.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter