Cerca

FoodFood

Commenti: Vai ai commenti

L’ICE offre il made in Italy ai velisti

Prodotti italiani invadono la sede estiva del prestigioso New York Yacht Club a Newport

di Giosetta Capriati
made in Italy US
L'Italian Trade Agency torna ad Harbour Court e porta con sé l’Extraordinary Italian Taste. Al termine della prima giornata di Regate della Resolute Cup, nella splendida baia di Narragansett, tempio mondiale della vela, i velisti hanno gustato prodotti made in Italy DOC e DOP

Era il mese di settembre del 2008 quando l’allora Italian Trade Commissioner organizzava ad Harbour Court, la sede estiva del prestigioso New York Yacht Club a Newport, Rhode Island, l’Italian Yachting Experience, un weekend dedicato alla promozione del made in Italy e delle sue eccellenze, con le barche, la moda, le automobili, vini e gastronomia, che ebbe un grande successo. Dopo otto anni l’attuale Trade Commissioner, Maurizio Forte, è tornato ad Harbour Court portando con sé l’Extraordinary Italian Taste, nello spirito lanciato di recente dall’Italian Trade Agency con questa campagna pubblicitaria, volta appunto a promuovere le eccellenze italiane.

made in Italy USmade in italy usAl termine della prima giornata di Regate della Resolute Cup, nella splendida baia di Narragansett, ancora oggi tempio mondiale della vela, i velisti rientrati alla base hanno trovato ad accoglierli, dopo l’ammainabandiera del guidone del Club al tramonto, la bella sorpresa di un sontuoso buffet tutto strettamente italiano DOC e DOP, sponsorizzato da marchi come pasta De Cecco, che è stata servita con fusilli alla bolognese e pennette ai cavolfiori e peperoncino; Risotteria Melotti, che ha preparato il risotto al tartufo di Urbani, da degustare con Arneis delle Langhe della Cantina Damilano o con Valpolicella Acinum; come i formaggi, a cominciare dal Parmigiano Reggiano di Bertozzi, oltre al provolone e al gorgonzola; come l’isola dei salumi di Veroni, con prosciutto di Parma, mortadella e capocollo, accompagnati da saporiti sottaceti; come gli oli extravergine di oliva di Monini, che facevano bella mostra di sè accanto alle fragole all’aceto balsamico tradizionale di Ponti , una novità per tutti.

Il Tavolo dei Dolci l’ha fatta poi da padrone, con i cornettini e i panettoni Bauli (che in America si mangiano tutto l’anno) e i pasticcini e i biscotti di Matilde Vicenzi, che ben si accompagnavano ai due cocktail preparati da Amaretto di Saronno, uno a base di rhum e lime, il cocktail Regata, che il Club sta pensando di adottare, e l’altro a base di Amaretto e Prosecco, che è stato molto apprezzato.

Al termine della serata il Commodoro Philip Lotz e Maurizio Forte hanno brindato con spumante Brut Mionetto al successo dell’iniziativa e quest’ultimo ha promesso di tornare ogni anno ad Harbour Court, sempre con l’Extraordinary Italian Taste. Forte ha poi regalato al Commodoro un libro sui Piccoli Comuni d’Italia, come Amatrice e gli altri colpiti dal terremoto del 24 agosto scorso, che andrà ad arricchire la biblioteca del New York Yacht Club.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter