Cerca

Food & Wine

Commenti: Vai ai commenti

Ecco cosa succede quando il mondo degli spirits e dei motori si incontrano in garage

Da un'idea tutta piemontese nasce Engine, il nuovo gin delle Langhe realizzato con metodi artigianali e venduto in una tanica di latta da mezzo litro

Una tanica di Gin Engine da mezzo litro in garage

"L’idea di sviluppare Engine nasce dall’unione di due mie grandi passioni: il mondo dei motori e gli spirits, quest’ultimo, mercato in cui lavoro da oltre 10 anni."

Finalmente è arrivata l’estate e in Italia il Coronavirus sembra già un brutto ricordo.
Tornano quindi gli aperitivi e le bevute in compagnia mentre i cocktails sono di nuovo i protagonisti dell’estate italiana.

In questo bentornato clima di positività abbiamo conosciuto Engine, il nuovo gin delle Langhe prodotto artigianalmente da grano italiano a Barbaresco, che negli scorsi mesi ha partecipato alla raccolta fondi del CESVI per l’Ospedale di Bergamo devolvendo una parte dei ricavati delle loro vendite alla sanità per affrontare l’emergenza Covid-19.

Un gin dal packaging insolito e dirompente nato dall’idea di Paolo Dalla Mora, manager internazionale e imprenditore nel mondo della moda e del Wine&Spirits. 

Paolo Dalla Mora CEO di GinEngine

Appassionato di distillati e in particolare di gin, Paolo ha deciso di sviluppare il suo progetto e unire l’interesse per gli spirits ad un’altra sua passione, quella dei motori.

“L’idea di sviluppare Engine nasce dall’unione di due mie grandi passioni, il mondo dei motori e gli spirits, quest’ultimo, mercato in cui lavoro da oltre 10 anni. Da tempo avevo in mente un progetto legato al beverage e un giorno, mentre stavo sistemando la mia moto in garage a Barbaresco bevendo una tazza del tradizionale digestivo di Langa a base di acqua calda, scorza di limone e foglie di salvia, ho realizzato che sarebbe stato interessante riproporre quei sapori in versione alcolica” racconta Paolo. 

Packaging del set Gin Engine

Il packaging dei prodotti Engine infatti celebra il mondo dei carburanti e dei veicoli da corsa, a partire proprio dal nome stesso del brand che significa ‘motore’, omaggio al settore delle auto e delle officine.

“Considerando che tutto ha preso forma proprio nel mio garage, ho pensato che fosse adatta per Engine un’identità inaspettata e capace di stravolgere completamente il concetto di bottiglia.” spiega ancora.

Infatti Engine è il primo gin ad essere venduto in un contenitore di latta.
In una tanica da mezzo litro, che se vista in un garage verrebbe scambiata per Olio da motore, è contenuto un gin di alta qualità realizzato a partire da prodotti 100% italiani e biologici certificati, dai profumi fragranti e agrumati che risaltano se miscelati con l’acqua tonica.

Frutto di un’idea tutta piemontese, realtà a cui rende omaggio nella sua composizione a base di salvia, bacche di ginepro e scorze di limone che in passato hanno rappresentato gli antichi rimedi digestivi della tradizione. Questo gin è stato interpretato con gusto contemporaneo e la tradizione si lega al piacere del distillato di grano.
L’importante è guarnire sempre con una foglia di salvia per richiamare il territorio dove questo gin è nato, il Piemonte.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter