Cerca

Cucina ItalianaCucina Italiana

Aspic di limone con salsa di gelsi

…libera di seguire le intense correnti ascensionali, ardita e senza paura sento
il vento nutrirmi, dire sempre cose nuove, svelarmi i segreti del mondo:
i miei!
Aspic di limone in salsa di gelsi

 

Essere poeta è essere più alto, è essere più grande
degli uomini. Mordere come si bacia!

È essere mendìco e dare come si fosse
re del regno, di qua e oltre il dolore!

È avere di mille desideri lo splendore
e non sapere nemmeno che si desidera!
È avere qua dentro un astro che fiammeggia,
è aver artigli e ali di condor!

È avere fame, è avere sete di Infinito!
Per elmo, mattine d’oro e di seta…
È condensare il mondo in un solo grido!

Ed è amarti così perdutamente…
È che tu sia anima e sangue e vita in me
e dirlo cantando a tutti!

Florbela Espanca

L'imperativo mi plasma, la mia bussola interiore è la passione, i miei punti cardinali: l'ardimentoso Nord, abbagliante e combattente, onore a te difensore del fulgido ideale. Lo scintillante Sud, anima di luce e verità. Il romantico Ovest di scarlatto adornato. Infine fonte di ignoto fervore l'Est, che avanza nel suo nobile incedere.

Vi ho accolto come sorgente di acqua pura, parole segrete scoperte dopo un
lungo vagare, colma di domande, trepidante di risposte, alla ricerca perenne
delle radici dei miei perché!

“… sovrana dei cosmici perché del mio respiro”

Il peso della mia anima è leggero, maestoso, vulnerabile, così provvisorio!
Un soffio mi adagia tra le braccia della madre terra accogliendomi come un passerotto smarrito, ma all'improvviso posso diventare falco pellegrino,
libera di seguire le intense correnti ascensionali, ardita e senza paura sento
il vento nutrirmi, dire sempre cose nuove, svelarmi i segreti del mondo:
i miei!

Amico evanescente, anima di vento… invadi il mio cuore, oltrepassa lo spazio
del destino, ruba alla verità la sua effimera bellezza, dona ali alla mia
libertà.

E voi… miei cuori affamati?
Il vento mi porterà da voi!

Aspic di limone con salsa di gelsi

Tempo di preparazione: un’ora  
Difficoltà: media
Accostamento con Limoncello non troppo dolce, ottenuto da limoni non trattati servito a 4 °C

Ingredienti per l’Aspic:

500 g di succo di limone
600 g di acqua
300 g di zucchero semolato
3 cucchiai di limoncello
7  fogli di gelatina

Ingredenti per la salsa:

1 l di acqua
300 g di zucchero semolato
500 g di gelsi
300 g di purea di gelsi rossi

Preparazione

Aspic
In un pentolino far bollire il succo di limone, l’acqua e lo zucchero, quindi aggiungere la gelatina già ammollata. Quando il composto sarà freddo, unire il limoncello. Versare negli stampini e lasciare in frigo per almeno 4 ore.

Salsa
Far bollire l’acqua con lo zucchero e i gelsi, poi cuocere per 15 minuti. Lasciar raffreddare, quindi passare al mixer e filtrare con un colino.
Aggiungere la purea di gelsi e porre in frigo.

Presentazione

Servire l’aspic di limone adagiato sulla salsa di gelsi.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter