Cerca

GalleryGallery

HE, la fragilità della mascolinità

In un gioco di sovrapposizioni e doppie esposizioni, le immagini in mostra ritraggono corpi abbandonati alle emozioni più interiori

Le immagini della mostra HE, della fotografa Gisella Sorrentino, raccontano la fragilità dell'uomo, attraverso un gioco di sovrapposizioni e doppie esposizioni. I ballerini ritratti nelle fotografie sono stati invitati a rilasciare i propri corpi e ad abbandonarsi alle proprie emozioni più interiori. Nella serie Arturo (2011), il ballerino improvvisa sui sentimenti di oppressione e di soffocamento. In Collin e Nicola (2013), circondati da fiori, i ballerini si arrendono alla provocazione sensuale della natura.  Nelle foto, la loro vulnerabilità diventa spazio metaforico in cui abbiamo bisogno di perderci per ritrovare noi stessi.

Fotografa di base a New York, Gisella Sorrentino è originaria di Roma. Utilizza il processo della doppia esposizione e combina la performance con sfondi statici (asfalto, ciottoli, sabbia, acqua) che si fondono con il soggetto. A partire dal 2006, Gisella Sorrentino ha esposto le sue fotografie in diverse mostre in Europa e negli USA. 

Aperta in concomitanza con lo spettacolo Last Chance, la mostra sarà visibile fino al 25 aprile negli spazi del Secret Theatre di Long Island City, Queens.

www.gisellasorrentino.com

 

A proposito di...

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter