Maurizio Cristofolini

Milanese,  instancabile viaggiatore per mare per terra. Scrive e fotografa pubblicando reportage di viaggio su riviste e siti web. Dopo anni di libera professione nel mondo della finanza approda alla produzione televisiva occupandosi di programmi sportivi, di intrattenimento, documentari e informazione. Fotografo per passione e minimalista nelle scelte tecniche ama concludere i suoi scatti   “in macchina” ricorrendo poco alla post-produzione. Autore del libro Sguardi su Roma (Glimpses of Rome nella versione inglese), le sue foto sono da anni esposte all'aeroporto di Fiumicino.

A casa di Diego Dalla Palma, nel cuore del Mediterraneo

Villa Sirena è arroccata su un costone subito sotto il teatro greco di Taormina. Il proprietario di questa splendida casa è Diego Dalla Palma, definito da The New York Times come il “profeta del make-up made in Italy”. Nel corso della sua carriera ha curato l’immagine di grandi attrici del cinema, del teatro e della televisione, ha scritto numerosi libri, alcuni manuali sul trucco e sulla bellezza, altri dedicati all’esplorazione dell’animo umano. Aiuta le donne a trovare un proprio stile con pochi soldi e in pochi minuti ma anche a trovare se stesse. Molti dei suoi libri sono autobiografici, retrospettive di una vita che a volte è stata anche molto dura e difficile.
L’anima errante dell’artista sempre alla ricerca della propria meta lo porta a viaggiare in tutto il mondo ma è il Mediterraneo che lo colpisce al cuore. Dopo molti anni vissuti sulla cresta dell’onda, ora stanco dei ritmi della frenetica Milano sente il bisogno di “un posto dove appendere il cappello” e lo trova nel cuore del Mediterraneo, a Taormina.
Folgorante fu la vista di questa casa del 1906, lasciata all’incuria del tempo, aggrappata alle spalle del teatro ellenico e a due passi dal centro, con vista sullo stretto oltre il quale si scorge la Calabria e con, alle spalle, l’Etna che borbotta costantemente. “Ditemi voi… dove c’è più vita che qui?”, chiede retoricamente. “Questa casa – ci dice – è stata prima un distaccamento militare poi un laboratorio di pizzi e ricami e un albergo. I muri di Villa Sirena hanno molto da raccontare”.
La ristrutturazione è durata due anni. Gli architetti Davide e Concetto Grasso hanno lavorato con l’ausilio delle migliori maestranze del luogo. Tutto qui è siciliano dalla pietra lavica dell’Etna per i contorni della piscina, al ferro battuto, i pizzi antichi drappeggiati sulle finestre. Una casa di quattro piani: il soggiorno a piano terra e ai piani superiori molte stanze per gli ospiti: Villa Sirena è sempre piena di amici. Al quarto piano l’appartamento privato del proprietario e nel seminterrato una SPA con sauna , bagno turco, aromaterapia e cromoterapia. Ognuna di queste stanze è ispirata alle città a lui più care, ceramiche, dipinti, bozzetti, tessuti e sculture sono una raccolta di vita vissuta e dal terrazzo arredato in modo minimalista, una vista mozzafiato sul mare.
Oggi Dalla Palma dal suo buen retiro scrive ancora. La sua filosofia è racchiusa in una parola: PENSIERO, come acronimo di Personalità, Energia, Naturalezza, Stile, Innovazione, Evoluzione, Riconoscimento e Originalità.

Chiudi