Cerca

HomepageHomepage

Palermo, al via all’edizione 2015 della Summer School

di La VOCE Sicilia NY

Quest’anno, alla Summer School - la scuola estiva di lingua e cultura italiana organizzata dalla Scuola di Lingua italiana per Stranieri ItaStra dell’università di Palermo - parteciperanno 200 studenti i 12 Paesi. Apertura ai giovani arrivati con i barconi  

 

Sono più di 200 gli studenti provenienti da 12 Paesi diversi (dalla Cina all’Egitto, dagli Stati Uniti alla Russia, dal Vietnam alla Germania ecc..) che da lunedì prossimo parteciperanno all’edizione 2015 della Summer School, la scuola estiva di lingua e cultura italiana organizzata dalla Scuola di Lingua italiana per Stranieri ItaStra dell’ateneo palermitano. I corsi si svolgeranno nel complesso monumentale di S. Antonino dal 29 giugno al 25 settembre e saranno tenuti da docenti specializzati nell’insegnamento dell’italiano come lingua seconda e straniera.

Anche quest’anno saranno ospiti della Summer School più di venti studenti della Sichuan International studies University (Sisu), università cinese con cui ItaStra e l'Università hanno intrapreso da anni un proficuo rapporto di collaborazione, portando avanti un programma integrato di studio che comporta lo scambio di studenti e docenti.

Inoltre, in continuità con il progetto avviato tre estati fa e rivolto ai giovani che sbarcano senza famiglia sulle coste della Sicilia, la Scuola inserirà nelle sue aule i “minori stranieri non accompagnati”. Giovani universitari, futuri medici o ingegneri, siederanno così accanto a ragazzi che hanno alle spalle esperienze molto diverse, spesso drammatiche. Ma seguire insieme un corso di italiano e confrontarsi con vissuti differenti si è rivelato un arricchimento reciproco. 

“Non è la prima volta che studenti Erasmus o cinesi dell'Università Sisu avranno, come compagni di banco, dei giovani immigrati – spiega il direttore della Scuola, la professoressa Mari D'Agostino -. Abbiamo constatato che l'integrazione in aula è possibile. Ad ogni corso concluso, i ragazzi tornano nei propri paesi con un bagaglio di esperienze molto più ampio rispetto ad altri loro coetanei che non hanno vissuto la stessa situazione”.

E quest'anno per la prima volta, oltre ai minori provenienti dal Ghana e dal Senegal e che hanno attraversato il Mediterraneo su un gommone, ci saranno in aula anche le donne migranti della città che hanno richiesto di poter partecipare per completare il loro percorso formativo.

Durante la Summer School tutti gli studenti avranno la possibilità di approfondire diversi aspetti della cultura siciliana ed italiana con appositi laboratori pomeridiani. Quattro, in tutto, i corsi proposti insieme a quelli standard e mattutini. Italiano & Cucina porterà gli studenti alla scoperta delle prelibatezze della tavola italiana e dell’arte culinaria dell’Isola.Italiano&Teatro sarà dedicato all’improvvisazione scenica, mentre Italiano&Pupi si concentrerà sull’opera dei pupi siciliani di Angelo Sicilia che narrano le storie antimafia di personaggi come Falcone, Borsellino e Impastato. Chi è appassionato di telecamere e cinema potrà seguire Italiano&Video: Immagina Palermo. Con il supporto di un regista, i partecipanti al corso speciale realizzeranno una clip sulla città ricca di testimonianze storiche e artistiche.

La Summer School 2015 verrà inaugurata lunedì 29 giugno, alle 15.30, nell'Aula Magna del complesso di Sant'Antonino, sede della Scuola e dei corsi. Durante la giornata saranno proiettati i video delle passate edizioni e verrà presentato il corso Italiano& Pupi con un piccolo spettacolo di pupi siciliani. A seguire, la presentazione di Italiano&Cucina accompagnata da una degustazione di panelle.

 

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter