Cerca

LifestylesLifestyles

Commenti: Vai ai commenti

Cioccolata calda a New York: la classifica delle migliori

Una passione per coccolarsi e riscaldarsi nei gelidi inverni newyorchesi

Cioccolata calda New York
Tra i più instagrammati, quelli che fanno sognare a occhi aperti, o che sono una medicina per l'anima capace di curare ogni malinconia, ecco i posti giusti dove gustare una cioccolata calda a New York: una personalissima classifica con punti di riferimento in ogni parte della città

È tornato il freddo vero, quello che ogni volta che esci pensi “Ma chi me l’ha fatto fare?!”. Quel freddo violento che ti fa perdere lucidità. Quel freddo che insieme al vento è una vera e propria presenza con cui ingaggi una lotta che è persa in partenza. Quel freddo e quel vento dispettosi che ti fanno piangere gli occhi, ingoiare i capelli, volare via il cappello. Non c’è outfit che possa tenerli e non c’è modo di non sentirsi un po’ Fantozzi. L’unico rimedio che ho contro il freddo è il letargo. Seriamente. Cerco di uscire il meno possibile e solo se è strettamente necessario. Soprattutto esco già preparata, in modo da non dovere fare inutili gesti senza guanti, tipo cercare su Google Maps dove andare.

Eppure è comunque faticosissimo e per affrontare il gelo per le strade di New York ho un unico rimedio che mi scalda leggermente e soprattutto mi restituisce un minimo di buon umore: bevo cioccolata calda. Non ho mai bevuto tanta cioccolata calda come a New York. Ne bevo almeno una al giorno. È la mia benzina. Può capitare che correndo da una parte all’altra io salti un pasto e non è una tragedia, l’importante è che io abbia un attimo per fermarmi al volo a prendere una cioccolata e con quella avrò l’energia e il calore necessari per restare in piedi e affrontare il vento e il resto della giornata.

Ormai sono diventata un’esperta e in ogni parte della città ho i miei punti di riferimento che ora condividerò con voi in una personalissima classifica delle migliori cioccolate che si possono bere a New York.

5° posto: City Bakery – 3 West 18th Street

City Bakery

City Bakery

La cioccolata più instagrammata della City è all’ultimo posto nella nella mia classifica personale. Vi dico solo che quando ci sono stata con la mia amica Simo la cioccolata era troppo amara per i miei gusti e troppo dolce per i suoi. Insomma, proprio non ci siamo, però come cioccolata to go è bollente al punto giusto e soprattutto la vera chicca è il grande marshmallow a mattonicino che è davvero delizioso e quando fa freddo si scioglie ancora più in fretta nella cioccolata, regalandole una consistenza meravigliosa.

4° posto: Max Brenner – 841 Broadway, proprio dietro a Union Square

cioccolata-calda-new-york-brenner

La hug mug di Max Brenner

Da Max Brenner si inizia a ragionare. Si può scegliere tra cioccolata dark, al latte o white e si può prendere to go con o senza marshmallow o panna o to stay nella caratteristica hug mug che è una tazza fatta apposta per essere “abbracciata” con entrambe le mani per assaporare fino in fondo la sensazione di calore e benessere regalata dalla cioccolata. Va detto che se avete tempo e risorse economiche per fermarvi a fare una merenda da Max Brenner, io non mi accontenterei di una semplice cioccolata, visto che Brenner firma i più succulenti ed elaborati dolci mai visti sulla faccia della terra che giustamente ha battezzato Sweet Icons. Cosette come la Chocolate Chunks Pizza o il Max’s Famous Chocolate Mess Party. Come cioccolata to go è l’energy drink per eccellenza e si trova anche in una posizione strategica, proprio dietro a Union Square dove si fermano tantissimi treni. Ottimo pit stop tra una corsa e l’altra.

3° posto: Jaques Torres – Location varie

cioccolata-calda-new-york-torres

La panna montata di Jaques Torres

Qui iniziamo a sognare a occhi aperti. La location di Dumbo ha preservato tutto il fascino della vera e propria “fabbrica di cioccolato”, ma nel frattempo Jaques Torres ha deliziato con la sua splendida presenza un po’ tutti gli angoli strategici di New York, compresa la stazione di Grand Central. La cioccolata di Jaques Torres è indiscutibilmente la migliore bevanda to go che si possa bere in città, anche perché è servita in diverse varianti che incontrano davvero tutti i gusti. La cosa veramente speciale per me è la panna montata. Se c’è una cosa in cui sono esigentissima è proprio la panna, difficilmente mi accontento di quelle che non sono fatte in casa e pure su quelle sono parecchio capricciosetta quando si tratta di individuare la consistenza perfetta. La panna montata di Jaques Torres è qualcosa di divino. Provare per credere!

2° posto: Mariebelle – 484 Broome Street

cioccolata-calda-a-new-york-mariebelle

Mariebelle

Questo posto è una medicina per l’anima. Che sia per prendere velocemente una cioccolata to go o per fermarsi nella saletta e sentirsi proiettati in un film di Sofia Coppola o di Wes Anderson, si entra da Mariebelle e si resta incantanti. Tutto è buono quanto è bello, e certo, è un po’ caro, ma costa certamente meno di uno psichiatra e rimette immediatamente di buon umore anche i più disperati. La particolarità della cioccolata è che la taglia small è davvero molto small, quindi se per caso siete a dieta potete avere un assaggino senza sentirvi in colpa. Anche qui sono disponibili diversi tipi di cioccolata: dark, speziata, al latte o bianca. Io prendo sempre quella al latte ed è una meraviglia.

1° posto: Cafe Sabarsky – 1048 5Th Avenue, dentro alla Neue Galerie

cioccolata-calda-a-new-york-sabarsky

La cioccolata in tazza del Cafe Sabarsky

Avete presente tutto quello che vi ho detto di Mariebelle? Ecco, per il Cafe Sabarsky vale all’ennesima potenza. Questo è un posto capace di curare ogni malinconia. È un caffè dall’atmosfera raffinata che vi proietterà immediatamente in Europa in un passato che non avrete mai vissuto. È un posticino per romantici, per nostalgici della cara Vecchia Europa e soprattutto per golosi. Qui non si prendono drink to go, ci si ritaglia il tempo di rimettersi al mondo coccolandosi con cioccolate in tazza in stile viennese, torte Sacher e altre delizie austriache. Con questo vi sto rivelando uno dei posti più belli e meno conosciuti di New York e uno dei miei rifugi più segreti. Fatevi un giro, perché ne vale davvero la pena, anche nella Neue Galerie, che ospita il caffè.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter