Cerca

FashionFashion

Pronti, via: è caccia all’uovo

La tradizione dell'Easter Egg Hunt è diffusa in tutto il Paese. A New York ce ne sono in tutti i distretti e la più popolare è quella di Central Park. La più chic, invece, è la caccia alle uova d'artista organizzata da Fabergé per beneficenza

Non c'è limite di età, né bisogno di alcun permesso, per partecipare alla caccia più attesa dell'anno in America, quella delle uova di Pasqua. L'appuntamento non è nelle riserve, ma nei parchi e nei giardini, e se i protagonisti assoluti sono un esercito di bambini, a divertirsi sono anche gli adulti, che hanno l'imbarazzo della scelta tra decine di eventi. 

La tradizione delle Easter Egg Hunt, ed Easter Egg Roll è diffusissima in tutto il Paese, ma le più celebri sono quelle che si svolgono ogni anno nel giardino della Casa Bianca, dove a dare il fischio d'inizio è il presidente in persona. Una cerimonia alla quale prendono parte migliaia di persone da tutti gli angoli degli Stati Uniti, e che risale alla fine dell'Ottocento. Nella caccia alle uova, i bambini vanno alla ricerca delle uova nascoste in precedenza dai genitori, e vince chi ne trova di più. Mentre nella corsa delle uova i ragazzi si dispongono in file parallele e al segnale di partenza iniziano a fare rotolare le uova sul prato aiutandosi con un lungo cucchiaio. 

Nella Grande Mela sono in programma ogni anno tantissimi eventi per grandi e piccini, a partire dalle famose egg hunt organizzate a Central Park e al Giardino Botanico, nel Queens. Ma gli appuntamenti sono in tutti i quartieri della City, da Harlem al West Village, dall'Upper East Side a Chelsea, da Tribeca a Brooklyn. Basta cercare sul sito www.easteregghuntsandevents.org.

Gli adulti possono sbizzarrirsi anche con brunch e cene a tema, o con la classica parata di Pasqua, che si terrà il 20 aprile sulla Fifth Avenue. Ma l'evento più chic della Grande Mela quest'anno è senza dubbio la Fabergé Bigg Egg Hunt, che sta trasformando tutta la città nel teatro di una preziosa grande caccia al tesoro. L'iniziativa, sponsorizzata da Fabergé, è nata due anni fa da un'intuizione di Mark Shand, sostenitore di due associazioni benefiche per i bambini bisognosi di New York e per gli elefanti dell'Asia. Dal primo aprile sono disseminate per tutti i cinque distretti della City oltre 260 uova di circa mezzo metro di diametro e quasi un metro di altezza, realizzate da artisti come Jeff Koons, Tracey Emin, Bruce Weber, Julian Schnabel, Carolina Herrera, Peter Beard, Zaha Hadid e Ralph Lauren. Si partecipa alla caccia, con annessa lotteria, saricando l'apposita app sul proprio smarthphone e su Twitter e Facebook si possono segnalare le posizioni delle uova individuate in giro per la città e postarne le foto. Quindi, una volta conclusa la gara, il 17 aprile, le uova saranno esposte fino al 25 del mese al Rockefeller Center e verranno battute all'asta per beneficenza.
 

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter