Cerca

Scienza e SaluteScienza e Salute

Commenti: Vai ai commenti

Wine Therapy: la nuova frontiera della bellezza Made in Italy

Dalle colline toscane il boom di creme al vino

Iniziamo una rubrica sul benessere parlandovi della "wine therapy": da qualche anno, soprattutto in Toscana, si realizzano creme al vino e pare che promettano miracoli. Studiando i principi attivi contenuti nell'uva e nei tralci della stessa i ricercatori hanno scoperto innumerevoli proprietà antiossidanti, anti invecchiamento, rassodanti e schiarenti

The Big Cranberry sarà una rubrica innovativa che si occuperà a 360 gradi di tutto ciò che riguarda il benessere, lo sport e le ultime tendenze in fatto di cosmesi e diete. Scritta in modo semplice e diretto, sarà alla portata di tutti e coinvolgerà appassionati e non, semplici curiosi e chi come me ha sempre fame di novità. 

Il primo articolo è dedicato alla Wine Therapy: Vino non solo da bere quindi, ma anche per la salute della pelle.

Da qualche anno è boom di creme al vinosarà per il quantitativo di vigneti presente nel nostro paese, sarà per moda o semplicemente per sentito dire ma pare che questi nuovi cosmetici che arrivano direttamente da uno dei frutti più succulenti promettano miracoli.

Qui in Italia sono state create delle linee (creme viso, creme corpo, scrub, maschere idratanti, sieri ecc.) a base di vino Chianti, direttamente dalle colline della Toscana il nettare degli dei si è trasformato in un elisir di bellezza.

Ma cosa ha fatto sì che i ricercatori si incuriosissero e concentrassero la loro attenzione sui principi attivi dell’uva e li trasformassero in prodotti per il viso e per il corpo?

Pare che prima di noi qualcuno dalle idee lungimiranti ci sia arrivato un po’ di tempo fa, precisamente a Bordeaux in Francia. Ma il là lanciato da questo paesino al di là delle alpi ha fatto sì che si scatenasse un boom a livello se non mondiale, europeo sicuramente e l’Italia ne fa parte.

Studiando i principi attivi contenuti nell’uva  e nei tralci della stessa i ricercatori hanno scoperto innumerevoli proprietà antiossidanti, antiage, rassodanti e schiarenti. Ma elenchiamo questi principi attivi più nello specifico per capire esattamente di cosa stiamo parlando.

IL RESVERATROLO è stato il primo principio attivo ad essere isolato.

Estratto dalla polpa dell’uva rossa si è scoperto essere uno dei più potenti antiossidanti presenti in natura e i benefici per la pelle con un uso costante non tardano ad arrivare. Infatti, la sua  azione antiage fa si che stimolando la produzione di collage e di elastina riempia le rughe dall’interno, minimizzando i segni d’espressione e contrastando l’azione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento precoce della pelle, grazie alla sua azione antiossidante.

I POLIFENOLI DELL’UVA, con azione rassodante ed effetto peeling, aumentano il turnover cellulare, ed idratano in profondità coadiuvando l’azione del resveratrolo.

LA VINIFERINA, invece, estratta dai tralci dell’uva bianca inibisce la produzione di melanina, contrastando di conseguenza la formazione di nuove macchie e schiarendo quelle già esistenti. Tutto ciò oltre a regalarci un colorito omogeneo privo di imperfezioni dona luminosità e setosità alla pelle del viso.

Altri ingredienti non meno importanti utilizzati nelle preparazioni sono:

L’OLIO DI VINACCIOLI, estremamente pregiato per l’elevato contenuto di vitamina F e acidi grassi polinsaturi, dalle spiccate proprietà nutrienti, mantiene la pelle elastica e tonica.

L’ACQUA D’UVA, estratta direttamente dalla vite , quest’acqua è ricca di sali minerali e antociani, sostanze ad azione lenitiva ed antiossidante.

GLI ZUCCHERI DELL’UVA, glucosio e fruttosio, che garantiscono un ‘equilibrata idratazione all’epidermide, tonificandola e rivitalizzandola al tempo stesso.

Un buon calice di vino rosso ha un suo perché, ma utilizzato nella vasca da bagno pare che sia un vero e proprio toccasana per la pelle del viso e del corpo e, a questo proposito sono state aperte in questi ultimi anni numerose SPA dove si pratica la vinoterapia meglio conosciuta come wine therapy.

Questo tipo di trattamento non solo è gradevole (stimola infatti quasi tutti e 5 i sensi) ma è anche molto efficace, i trattamenti proposti vanno dal bagno nel vino, allo scrub corpo effettuato utilizzando la polpa dell’uva mista ai semi ed eseguendo dei movimenti circolari in tutto il corpo.

Da tutto ciò ovviamente ne trarrà beneficio non solo la grana della pelle ma anche la micro circolazione in generale, rafforzando i vasi sanguigni e, contrastando la tanto odiata ed antiestetica cellulite.

Che dire… da provare!

Un trattamento semplicemente divino!

  • Daniela Caboni Vaquer

    Brava Fede!!😘😘

  • Daniele Serpi

    Complimenti per la tua nuova rubrica Federica e per il tuo articolo molto interessante . Ti faccio i migliori auguri di cuore per i prossimi articoli e per la tua attività in Erboristeria 💪💪☺😊

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter