Cerca

New YorkNew York

Commenti: Vai ai commenti

Ore e ore di attesa per i test COVID-19 nelle cliniche di New York City

La pandemia non si arresta e negli USA si è registrato un nuovo record di contagi: + 181.000, mentre a NYC le lunghe file per i test sono allarmanti

In fila a Manhattan per il test del covid-19 (Foto di Terry W. Sanders)

Per poter essere testati al coronavirus, si stanno verificando lunghe code di attesa a New York. Le file possono durare ore, un indicatore inquietante che mostra le sfide per la salute pubblica che gli Stati Uniti devono ancora affrontare dopo la prima ondata di Covid-19. Le cliniche sopraffatte e la crescente richiesta di test sottolineano come una seconda ondata di virus stia minacciando New York City. Intanto, l’intero paese deve affrontare un numero record di nuovi casi, venerdì se ne sono registrati più di 181.000 a livello nazionale. Diversi governatori hanno avvertito che stanno prendendo seriamente in considerazione ulteriori restrizioni, in un ultimo disperato tentativo di frenare l’epidemia.

In fila a Manhattan in attesa del test per il covid-19 (Foto d Terry W. Sanders)

Giovedì, New York City ha avuto un numero record di test: più di 74.000. In tutto il paese, secondo il Covid Tracking Project, vengono testati quasi 1,5 milioni di persone al giorno. E’ quasi il doppio del numero di agosto e molto di più che durante la prima ondata della primavera, quando la capacità dei test era molto inferiore. Ma alcune aree devono affrontare incombenti carenze di capacità di laboratorio. In altri luoghi, come New York City, le cliniche e altri siti di test sono stati sommersi da un numero enorme di persone che cercano di essere testati. “La primavera impallidisce in confronto a ciò che stiamo vivendo ora”, ha detto Karissa Culbreath, direttore medico e capo divisione malattie infettive presso i laboratori TriCore nel New Mexico, dove i casi sono aumentati vertiginosamente. Negli ultimi mesi, milioni di test sono disponibili per gli americani, ma le richieste sono cresciute più rapidamente.

In fila a Manhattan in attesa del test per il covid-19 (Foto d Terry W. Sanders)

La città di New York ha promosso per mesi i suoi progressi nel miglioramento dei test, ma le file di questa settimana hanno mostrato che la struttura sanitaria pubblica ha ancora difficoltà nell’affrontare l’epidemia. Il governo ha fatto affidamento in gran parte sulle cliniche di cure urgenti esistenti, come la rete CityMD, per fare gran parte della raccolta dei campioni. Ma non ci sono abbastanza siti di raccolta per tenere il passo. Joy Lee-Calio, portavoce di CityMD, che ha più di 130 cliniche nell’area di New York City, ha detto che il numero di visite, la maggior parte delle quali erano legate al virus, è aumentato del 25% nelle ultime settimane.

In fila a Manhattan in attesa del test per il covid-19 (Foto di Terry W. Sanders)

Le lunghe code hanno spinto CityMD ad annunciare che le sue cliniche avrebbero iniziato a chiudere 90 minuti prima del solito, nel tentativo di impedire ai membri del personale di lavorare fino a tarda notte. “Il nostro staff e i medici visitano i pazienti ben oltre il normale orario di chiusura da mesi ormai e siamo arrivati ​​al punto in cui stanno sacrificando la propria sicurezza e salute”, ha scritto la società in un’e-mail ai pazienti venerdì a proposito della chiusura anticipata. Per evitare lunghe code, il Dipartimento della Salute sta indirizzando le persone a un cercatore di siti di test COVID-19 online. Bisogna inserire il proprio codice postale per le località vicine, oppure anche inviare un messaggio al 855-48 con la parola “COVID TEST” per un elenco, o semplicemente chiamare il 311. Ci sono più di 250 siti di test in tutta la città e non tutti hanno lo stesso traffico.

In fila a Manhattan in attesa del test per il covid-19 (Foto d Terry W. Sanders)

A NYC Health + Hospitals, ci sono meno attese rispetto ad altre. Il momento migliore per le persone sarebbe il sabato e la domenica, poiché le file tendono ad essere meno lunghe, oppure, a volte, anche nella tarda mattinata o nel primo pomeriggio.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter