Cerca

EconomiaEconomia

Dalla ricerca un nuovo slancio per la crescita italiana che assicurerà il benessere dei nostri figli

di Fucsia FitzGerald Nissoli

Importante coinvolgere i ricercatori italiani all'estero lasciandoci alle spalle sterili polemiche

Negli ultimi tempi, nonostante i dati negativi sull’occupazione, si registrano alcuni segnali che fanno sperare in una lenta ripresa dell’economia che va governata con iniziative efficaci per il bene comune. Dobbiamo, in primis, guardare al futuro e ridare speranza ai giovani come afferma il Presidente del Consiglio, Enrico Letta. Un compito al quale deve contribuire anche il Parlamento indicando la via per una ripresa stabile e durevole all’insegna della sostenibilità. Simili azioni richiedono una grande capacità di visione d’insieme dei problemi unita all’audacia ed al buon senso.

Oggi, se guardiamo il nostro Paese nello scenario globale, dobbiamo riconoscere che molti dei nostri settori ad alta tecnologia sono rimasti un po’ indietro rispetto a quanto sarebbe stato auspicabile per competere ad armi pari nei mercati internazionali. Allora è necessario un rilancio della politica industriale italiana focalizzando l’attenzione sulla ricerca che permette l’innovazione necessaria per battere la concorrenza. Bisogna investire in ricerca sia nel pubblico che nel privato anche attraverso adeguate partnership capaci di attivare nuove start-up, ovvero quelle imprese che nascono per realizzare un nuovo prodotto a partire da un brevetto frutto della ricerca. Allo stesso tempo dovremmo attingere a quella grande risorsa costituita dai ricercatori italiani all’estero coinvolgendoli in progetti innovativi per lo sviluppo del nostro sistema industriale, riuscendo a coniugare in maniera ottimale capacità scientifica e realizzazione tecnica per produzioni a larga scala.

Questo non può prescindere dall’inserirsi nell’ambito delle linee di ricerca definite dall’Unione europea nell’ambito del programma Horizon 2020, per le quali sono accantonate consistenti finanziamenti. Allora, mettiamoci al lavoro affinché l’Italia possa diventare un Paese di elezione per gli investimenti produttivi che creano sviluppo per il benessere dei nostri figli lasciandoci alle spalle sterili polemiche.

* Deputata in Parlamento, eletta alla Camera nella circoscrizione Nord Centro America nella lista Scelta Civica-Monti

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter