Cerca

EconomiaEconomia

Commenti: Vai ai commenti

A New York la cucina è made in Italy con Cesar

Apre su 23rd street il primo flagship store dell'azienda leader nel design delle cucine

cesar
Fondata da Vittorio Cester nel 1969, a pochi chilometri da Venezia, Cesar ha oggi un mercato che va dall’Europa agli Stati Uniti al Medio Oriente. Il nuovo showroom arriva dopo dieci anni di attività sul mercato americano e coniuga il design europeo con la funzionalità americana

Cesar, leader mondiale nel design delle cucine made in Italy, con un mercato che va dall’Europa agli Stati Uniti al Medio Oriente, ha aperto il suo primo flagship store a New York.

Cesar è stata fondata da Vittorio Cester nel 1969, quando l’imprenditore trasformò il suo laboratorio in un moderno mobilificio, chiamandolo Cesar Arredamenti. Da quella fabbrica situata a pochi chilometri da Venezia, Cester ha iniziato a sfornare cucine di eccellenza, esportandole in tutto il mondo.

Nonostante la dimensione internazionale, Cesar ha mantenuto nel tempo la sua impronta di azienda famigliare, ed è oggi guidata da Gina e Dante Cester, figli di Vittorio, che hanno affiancato il padre nel lavoro negli anni Ottanta.

cesarFin dalla sua fondazione l’azienda si focalizza su un design semplice e funzionale, seguendo l’obiettivo di mettere insieme il design europeo con la versatilità del sistema modulare americano, un metodo dinamico e versatile di gestione degli spazi.

L’apertura dello showroom, situato su 23rd Street a pochi passi dal Flatiron, nel cuore di Manhattan, è arrivata dopo dieci anni di attività sul mercato americano e lo store è gestito da partner locali che lavorano in stretta collaborazione con la casa madre italiana.

cesar

Il designer Gregory Hitchcock

Uno dei kitchen designer di Cesar New York è Gregory Hitchcock che, in occasione dell’inaugurazione dello nuovo spazio, dice: “In Cesar, un’altissima qualità del prodotto si unisce a una grande varietà e flessibilità dei modelli, offrendo al consumatore cucine da sogno ad ottimi prezzi”.

Nella sua storia, Cesar ha continuato ad abbracciare il connubio tra funzionalità e innovazione, distinguendosi per il design semplice e allo stesso tempo tecnologicamente avanzato delle sue cucine ergonomiche. “In showroom abbiamo modelli progettati ad hoc per il mercato americano, fatti con materiali naturali e colori caldi, così come modelli più tipici europei – continua Hitchcock – In modo da soddisfare ogni esigenza e gusto”.

Cesar ha sempre fatto attenzione anche all’efficienza e alla qualità della sua produzione industriale, mantenendo sempre costante l’attenzione al cliente, e negli anni Ottanta, la compagnia ha iniziato a personalizzare le sue cucine proprio seguendo le specifiche esigenze di ogni cliente. La personalizzazione resta ancora oggi il punto di forza dell’azienda, capace di attribuire un tocco unico a ogni cucina che porta nelle case dei suoi clienti.

Cesar è stato presentato al pubblico di New York mercoledì 9 novembre col supporto dell’Italy America Chamber of Commerce, che secondo il segretario generale Federico Tozzi, ora è più che mai impegnata nell’offrire ai soci la possibilità di essere parte di una comunità attiva, ricca di eventi collegati all’italian life style, che vede i partner e i loro prodotti protagonisti in prima persona.


Questo articolo viene pubblicato anche su New York Stuff.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter