Cerca

First AmendmentFirst Amendment

Commenti: Vai ai commenti

Come un giornale sconosciuto è diventato un megafono per l’estrema destra

Il dominio della minoranza. O diventiamo una democrazia veramente multirazziale o non saremo più una vera democrazia

Composto, come sempre la domenica , di diversi fascicoli, ognuno col suo titolo, meno quello di apertura che si chiama naturalmente THE NEW YORK TIMES. Eccoli qui sotto, con una notizia ciascuno.

       1 / 38 pagine. THE NEW YORK TIMES. Come un giornale sconosciuto è diventato un megafono per l’estrema destra. Per anni, l’Epoch Times è stato un piccolo giornale, affiliato a un oscuro movimento spirituale cinese anticomunista,  che veniva distribuito gratis agli angoli delle strade. Ma nel 2016 e 2017 ha fatto due cambiamenti che l’hanno trasformato. Prima di tutto, ha abbracciato Trump nella sua lotta contro il partito comunista cinese. Poi ha scoperto Facebook e l’ha riempito di articoli e video rassicuranti e allegri, attraendo i lettori ad abbonarsi al giornale. Oggi, Epoch Times e il movimento spirituale che lo inspira, Falung Gong, la cui missione è “salvare gli esseri umani con coscienza”,  sono una forza fra i media di destra.

      2 /12 pagine. AT HOME, COME VIVIAMO ADESSO. Sotto un disegno  a tutta pagina di oggetti volutamente irriconoscibili, il titolo: Cerchiamo un barlume di verità. Con questi sottotitoli che si riferiscono agli articoli interni: Guradiamo qualche programma dal letto; cresciamo il nostro giardino all’interno e senza polvere; manteniamo bene i nostri strumenti di lavoro; e trasformiamo il giornale per farne una maschera papier-maché per Halloweeen.

      3 / 14 pagine. SUNDAY STYLES, STILI DI VITA, RELAZIONI, SOCIETA’. Dalla prima pagina: Gay? No. Su Tik Tok sono “omiesessuali”. Un lungo articolo su “invenzioni” sessuali, messe in video con grande successo da giovani uomini eterosessuali.

      4 / 12 pagine. SUNDAY BUSINESS, INVESTIMENTI, INNOVAZIONI, LAVORI. Al fondo della prima pagina: Capovolgendo gli strumenti del riconoscimento facciale contro la polizia. Attivisti in tutto il mondo sperano di usare la tecnolgia per smascherare digitalmente i funzionari di polizia.

      5 / 12 pagine.  REAL ESTATE. PADRONI, INQUILINI, RETAURATORI. Titolo a tutta pagina, con foto di New York offuscata dal fumo: Quando l’aria si chiarisce.  Uno su cinque inquilini non hanno pagato l’affitto in settembre e c’è il timore di una valanga di sfratti. L’industria dell’immobiliaria è tutto a New York e se va male quella, perchè moltissimi si sono trasferiti fuori città e lavorano da casa, va male tutto. Ma l’articolo chiude con una nota di ottimismo: La crisi finanziaria del 1970, novembre 2011, la grande recessione: la città si riprende sempre.

      6 / 8 pagine: METROPOLITAN. La settimana prossima, il 31 ottobre, cade l’Halloween, festa tipicamente americana, ma adesso conosciuta anche in Europa, dedicata a fantasmi, streghe, case stregate. Il titolo è:  Nel 2020, i clowns assassini sono così spaventati? L’epidemia spinge la gente a non uscire di casa e a non affollarsi. Ma la casa stregata più importante, Blood Manor a Manhattan, aprirà anche se con molte precauzioni .    

      7 / 20 pagine. FINE ARTS AND EXIBITS. Fascicolo speciale. La prima pagina è occupata da un quadro di Napoli del pittore Franz Ludwig Catel, con questo titolo: L’arte trova la sua strada. E sottotitolo: Anche nei tempi più bui, l’arte sopravvive e ispira – e questo non è meno vero adesso, con la pandemia che ha sospeso l’esistenza umana. Nelle pagine interne articoli su quello che stanno facendo musei grandi e picco e gallerie d’arte per adattarsi alla nuova situazione, senza rinunciare alla loro missione.

      8 / 12 pagine. COME DIVENTARE PRESIDENTE. Altro fascicolo speciale dedicato ai bambini/ragazzi. Articoli su tutti i problemi di queste elezioni spiegate in modo accessibile ai giovanissimi, con chiara tendenza a sostenere al candidatura di Biden.

      9 / 28 pagine. BOOK REVIEW. Recensioni, critiche, classifiche. Il libro di Bob Woodward “Rage” su Trump è ancora nella classifica della saggistica, al quarto posto

      10 / SUNDAY REVIEW. IDEE, OPINIONI, ANALISI DELLE NOTIZIE. L’intera prima pagina, con un fotomontaggio di strumenti elettorali usati, ha titolo e sottotitolo che non hanno bisogno di commenti: Il dominio della minoranza. O diventiamo una democrazia veramente multirazziale o non saremo più una vera democrazia.

      11 / 16 pagine: ARTS&LEISURE. Tutto sulle arti, come sempre, di questi tempi, quasi tutto in tv, tranne i musei che, seppur con molti limiti, hanno riaperto o stanno riaprendo al pubblico. L’articolo principale patte dalla prima pagina col titolo: PBS ai 50. Pionieri nel passato, con un futuro incerto. Uno sguardo all’eredita’ del network e dove andrà da qui. PBS (Public Broadcasting System ) . Storia di questo network dedicato solo alla cultura, senza pubblicità ma sostenuto finanziariamente da un contributo pubblico spesso in pericolo di sparire a seconda delle idee politiche di chi comanda. Per ora resiste, facendo una politica il più possibile neutrale.

      12 / 47 pagine: THE NEW YORK TIMES MAGAZINE. Articolo principale: Non piangere. C’e una linea sottile tra l’autoritarismo e lo spettacolo.  Il teatro della politica funziona solo se il politico non si accorge che è teatro. Questo paradosso ha tormentato Trump, un uomo d ‘affari che ha simultaneamente fatto una versione di se stesso di maggior successo in TV e adesso lotta per fare lo stesso in politica.  

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter