Cerca

Primo PianoPrimo Piano

Tornado in Oklahoma, a farne le spese sono di nuovo i bambini

Foto @ Fema News

Foto @ Fema News

La violenta tempesta dello scorso lunedì ha lasciato dietro di se aree distrutte, provocando 24 vittime accertate tra cui 9 bambini

    NEW YORK— Gruppi di soccorso e volontari stanno continuando senza sosta il loro lavoro fin dalle prime ore di martedi mattina, alla ricerca di superstiti dopo il devastante tornado che ha distrutto alcune parti di Oklahoma City e della sua periferia, uccidendo 24 persone di cui 9 bambini.
 Il tornado ha buttato giù quasiasi cosa si trovasse sul suo percorso, inclusi ospedali e due scuole.

I danni maggiori sono stati registrati nella periferia di Moore, dove le squadre di soccorso hanno faticato nel trovare una via praticabile, tra i detriti che ricoprono le strade del sobborgo, nel tentativo di salvare chi si trova ancora intrappolato sotto montagne di macerie. 
Il rischio di altri tornado si mantiene alto anche per la giornata di martedì, secondo il centro National Oceanic and Atmospheric Administration Storm Prediction Center di Norman. Gli ospedali di Okhlaoma City hanno riportato oltre le 91 vittime, circa 145 feriti di cui 70 bambini. 
     La scuola elementare Plaza Towers Elementary School a Moore è ormai ridotta in una pila di resti di metallo e mattoni. I soccorritori sono riusciti a salvare alcuni bambini dalle macerie, ma la pioggia ha reso le operazioni di salvataggio molto difficili. I cittadini di Okhlaoma City pero' non si arrendono e sono decisi a continuare le ricerche per recuperare superstiti.
"Il sole sta per sorgere" ha dichiarato  Jayme Shelton, portavoce della città di Moore al NYT martedi "siamo ancora determinati nella fase di ricerca e salvataggio". 
Il Department of Emergency Management ha dichiarato che sono stati almeno tre i tornado ad aver colpito lo scorso lunedì l'Okhlaoma, imbattendosi con particolare violenza nelle zone di Okhlaoma City, Moore e Duncan, nell'area a sud ovest. Moore pero' sembra aver subito i maggiori danni. Alcuni quartieri sono ormai completamente ridotti in macerie, le strade sono invase da auto distrutte e alberi spezzati scaraventati all'interno delle abitazioni.

 Lunedì sera, i residenti delle zone colpite dai tornado sono scesi in strada per dare una mano ed aiutare chi ha bisogno, portando vestiti, cibo e conforto alle vittime delle aree devastate. 
 Nel frattempo, l'ansia cresce nelle zone di riunificazione, dove alcune famiglie attendono notizie sui bambini probabilmente ancora intrappolati nella Plaza Towers Elementary. Il Presidente Obama ha dichiarato lo stato di emergenza e ha telefonato al governatore dello stato di Okhlaoma, Mary Fallin lunedì sera, per offrire il supporto federale alle comunità colpite dal tornado. Obama ha espresso la sua preoccupazione ed ha sollecitato il gov. Fallin di mantenersi in stretto contatto con le unità di soccorso e continuare impegnandosi nelle ricerche. Un team della Federal Emergency Management Agency (FEMA) è stato inviato nelle zone di emergenza ad Okhlaoma City e altri, saranno mandati al piu' presto, secondo quanto rilasciato dalla Casa Bianca.

"I cittadini di Oklahoma sono al centro dei pensieri e delle preghiere del presidente e della First Lady" pubblicava ieri un comunicato stampa della Casa Bianca. 
Intanto la preoccupazione sale, soprattutto per le squadre di soccorso che stanno lavorando nelle scuole elementari distrutte, dove si spera ancora, di ritrovare dei superstiti. 

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter