Cerca

Primo PianoPrimo Piano

L’America vuole vivere in città

Per il secondo anno consecutivo la crescita delle metropoli americane supera quella delle periferie. La città più popolosa resta New York

Gli ultimi dati del Census USA rivelano che per il secondo anno consecutivo la crescita delle città americane supera quella delle periferieDa New York a Seattle, da Austin a Washington e Los Angeles: la popolazione nelle grandi città degli Stati Uniti sta crescendo a ritmo serrato a discapito dei sobborghi, dove invece si registra un calo.

Una caratteristica controtendenza, se si considera che dal 1920 in poi erano stati proprio i suburbs a guidare anno dopo anno l'aumento della popolazione. In generale, tutte le metropoli che superano il milione di abitanti hanno registrato in media un aumento dei residenti di oltre l’1% nel 2012. Tra queste: New York, Boston, Philadelphia, Los Angeles, San Francisco e New Orleans, che dopo il disastroso uragano Katrina, ha ricominciato ad attrarre nuovi abitanti.

La città più popolosa degli Stati Uniti rimane New York, con i suoi 8,3 milioni di abitanti. Secondo il rapporto, questo aumento è strettamente connesso alla ripresa economica, infatti le aree con maggior ripresa son quelle dove le città registrano una crescita maggiore della popolazione di ogni età. E ovviamente New York mantiene ancora il suo primato di centro nevralgico, ma la popolazione nella city non cresce solo per le maggiori opportunità di occupazione. New York è oggi molto più sicura e vivibile rispetto a qualche anno fa. Zone che fino a non molto tempo fa era meglio evitare ora sono pulite e sicure, ed hanno ovviamente attirato famiglie e professionisti di ogni età.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter