Cerca

Primo PianoPrimo Piano

Negli USA di San Bernardino niente miracoli per gli imbecilli

Mentre iniziano a circolare notizie sull'affiliazione all'ISIS della coppia di assassini di San Bernardino, i media americani mettono le mani avanti: accettare il solito matto è più facile che ammettere la vulnerabilità al terrorismo islamico. Viene al pettine l'ultimo nodo del dibattito degli imbecilli sulle armi

Dopo le prime ore del massacro di San Bernardino di mercoledì, quasi tutta  la nazione americana sperava e forse tentava di convincersi  che si fosse trattato "solo" di un altro drammatico ma per molti "inevitabile" episodio di pazzia, armata dalla Costituzione USA che consente la vendita e possesso facile di armi. Anche al Palazzo di Vetro dell'ONU, a poche ore dall'attentato, l'ambasciatrice americana Samantha Power, che questo mese detiene la presidenza dei Consiglio di sicurezza, prima di parlare di Siria e Sudan ai giornalisti, aveva detto poche frasi di circostanza sul massacro in California, con voce magari commossa e preoccupata, ma che cercava di non stimolare alcun sospetto che l'attentato potesse essere stato compiuto da terroristi sostenitori dell'ISIS in territorio USA e a sole poche settimane dal massacro di Parigi. E invece, altro che soliti "matti da curare" con il porto d'armi facile…

Persino mentre mercoledì, il giorno seguente alla nostra pubblicazione di questo articolo, emergevano i nomi dei due giovani sposi, Syed Faruk e Tashfeen Malik, commentatori ed esperti delle TV americane mettevano le mani avanti: sì sono musulmani, ma si è trattata di una sparatoria che ha colpito i colleghi di lavoro del marito… C'era stato poco prima un battibecco con questi colleghi… Insomma sembrava che per l'America accettare che il solito "matto", in questo caso affiancato dalla moglie "innamorata pazza" avesse compiuto una strage per qualche motivo banale di controversia sul lavoro fosse molto più facile dell'idea che ISIS avesse potuto colpire, e così facilmente, l'America, proprio nel cuore della California. Invece…

San Bernardino? Tucson? Minneapolis? Detroit? Boston? New York ? Houston? We have a problem… A big one! Una azzeccatissima  prima pagina del Daily News, ancora prima di aver la conferma che si fosse trattato di un attentato islamista, titolava: God is not fixing this!, ironizzando sulle reazioni sui social dei candidati repubblicani che incitavano alla preghiera per le vittime di San Bernardino. La magnificenza di quel titolo, almeno secondo chi scrive, è che sarebbe valso per qualunque verità fosse poi uscita sul movente del massacro di San Bernardino, a soli pochi giorni da quello in Colorado contro gli impiegati di una clinica dove si praticano aborti. Già, "aiutati che Dio ti aiuta", avrebbe potuto essere la parafrasi di un titolo italiano, ma se invece l'America col suo popolo ha deciso di suicidarsi… Ecco che anche Dio se ne lava le mani, miracoli a favore degli imbecilli che si fanno sfruttare (e ammazzare) dalle lobby dei costruttori di armi non ha intenzione di farli….

Forse alla fine bisognerà "ringraziare" I'ISIS e i suoi pazzi fondamentalisti islamisti per aver fatto venire finalmente l'ultimo nodo, quello più grande, al pettine del "dibattito degli imbecillì", che ancora al Congresso si teneva con chi difende le lobby delle armi spacciandolo per difesa della Costituzione e delle sue libertà. Riassumendolo, dicevano questi che il problema non sono il possesso facile (libero) delle armi, ma di chi non si accorge dei malati di mente in tempo per curarli … Insomma un problema "sanitario" da risolvere mettendo i matti sotto controllo… E se non si riesce a metterli tutti in ospedale? Allora andate al lavoro con la vostra pistola così appena ne spunta uno armato voi sparate per primi… Proprio così, questo il livello  su cui si era arenato il dibattito degli imbecilli!

Ma ora che tra i "malati di mente" a sparare con le armi facili facili ci sono anche i "matti" islamisti dell'ISIS (e chissà potenzialmente anche di Al Qaeda, Boko Haram, etc etc)? Il massacro di San Bernardino è stato infatti realizzato con fucili e pistole comprate legalmente…

Ci sono oltre 5 milioni di musulmani negli USA , basterebbe che anche lo 0,1 per cento sia già radicalizzato e ispirato dall'ISIS come la coppia di San Bernardino, per aver per la prima volta nella storia uno "stato nemico" in guerra con gli USA in grado di compiere massacri ovunque  nel suo territorio, e queste quinte colonne fondamentaliste avrebbero avuto la facilità dell'accesso alle armi garantita a qualsiasi altro matto d'America…

Los Angeles? Chicago? Philadelphia? America? We have a big problem! Ma quegli imbecilli  al Congresso rimpinzati dalle lobby delle armi lo capiranno finalmente dopo San Bernardino? Oppure aspettano che i proseliti del Califfo "legalmente" armati spuntino per un mezzogiorno di fuoco a Capitol Hill?

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter