Cerca

OnuOnu

New York e l’ONU insieme in nome delle donne

di La VOCE NY
La direttrice di UN Women, Phumzile Mlambo-Ngcuka, e la first lady di New York, Chirlane McCray dopo la firma dell'accordo all'ONU

La direttrice di UN Women, Phumzile Mlambo-Ngcuka, e la first lady di New York, Chirlane McCray dopo la firma dell'accordo all'ONU

La città di New York e UN Women hanno firmato un accordo di cooperazione per la sicurezza e la valorizzazione delle donne. Secondo l'ONU la violenza di genere colpisce una donna su tre nel mondo. La Grande Mela sarà leader nelle buone pratiche per garantire sicurezza e rispetto 

 

UN Women e la città di New York martedì 25 novembre hanno sottoscritto un accordo di cooperazione al fine di migliorare la sicurezza e la valorizzazione di donne e ragazze. Si tratta del primo accordo di questo tipo firmato tra un Comune e un'agenzia delle Nazioni Unite. Come parte del patto, la città sosterrà gli sforzi di UN Women per educare e sensibilizzare il pubblico nel contesto del 20 ° anniversario della Piattaforma d'azione di Pechino, la lungimirante tabella di marcia per la parità tra i sessi adottato da 189 governi nel 1995. Con questa iniziativa, New York entra inoltre a far parte della Safe Cities Global Initiative.

Il direttore esecutivo di UN Women, Phumzile Mlambo-Ngcuka, e Chirlane McCray, first lady della City, hanno firmato il protocollo d'intesa al Palazzo di Vetro delle Nazioni Unite durante la celebrazione ufficiale della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

Mlambo-Ngcuka ha accolto New York in una partnership mondiale che include città in Africa, Asia, Europa e America Latina. “Apprezziamo profondamente l'impegno della città di New York per rendere le strade e gli spazi pubblici sicuri per le donne e le ragazze – ha dichiarato Mlambo-Ngcuka – Con questo accordo, New York dimostra la sua leadership globale come modello di sicurezza e uguaglianza di genere. Non vediamo l'ora di lavorare insieme in questa importante partnership”.

New York City è nota negli Stati Uniti per la sua leadership in materia di parità di genere e su più ampie questioni di equità. Con questo accordo, la città si unisce ora a UN Women per portare avanti progetti e attività come l'attuazione della Convenzione sull'eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne, considerata il trattato globale sui diritti delle donne. New York si impegnerà inoltre a diffondere su larga scala informazioni su iniziative di successo e buone pratiche replicabili per migliorare la sicurezza delle donne e chiamerà altre città ad unirsi al network Safe Cities attraveso la US Conference of Mayors.

“Ogni giorno, nelle città di tutto il mondo, le donne e le ragazze sono intrappolate in vite caratterizzate da paura e violenza – ha detto Chirlane McCray – Qui a New York, abbiamo avviato uno sforzo globale per collegare le vittime alle risorse di cui hanno bisogno per interrompere questo ciclo e affermare la propria indipendenza. Ma dobbiamo fare ancora di più ed è per questo che abbiamo voluto sposare la Safe Cities Global Initiative di UN Women. Siamo impegnati a fare la nostra parte per creare un mondo, e una città, in cui ogni donna e ragazza possa vivere la propria vita senza paura di subire violenze”.

All'interno della Safe Cities Global Initiative, UN Women lavora con le città per rendere gli spazi pubblici liberi da ogni forma di molestia e violenza sessuale. Come nuovo membro, New York svilupperà e prommuoverà politiche e pratiche per aumentare la sicurezza delle donne, l'uguaglianza e la responsabilizzazione.

Il tema della Giornata Internazionale dell'ONU per l'Eliminazione della Violenza contro le Donne del 2014 e dei seguenti 16 giorni di attivismo contro la violenza di genere, è "Tingi di arancione il tuo quartiere". La campagna del Segretariato generale delle Nazioni Unite, UNiTE to End Violence against Women, ha scelto questo colore brillante e positivo, di cui si sono illuminati lunedì sera anche l'Empire State Building e il Palazzo di Vetro, per simboleggiare la speranza in un futuro libero dalla violenza. La violenza contro le donne è un forma di violazione dei diritti umani ancora troppo diffusa e che attualmente colpisce una donna su tre nel mondo.  

https://link.brightcove.com/services/player/bcpid1722935254001/?bctid=3909969370001&autoStart=false&secureConnections=true&width=480&height=270

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter