Cerca

PeoplePeople

La Corte suprema, le donne e le conseguenze del sesso

Permettere alle compagnie che si dichiarano religiose di non accettare l'Obama Care che assicura la copertura per il controllo delle gravidanze? Per Chiara è una violenza, ma per Benito... ognuno per conto suo  

Chiara: La Corte Suprema ha rivelato nuovamente il suo odio per le donne e le minoranze.

Benito: Che hanno fatto?

Chiara: L'hai letto di sicuro. Permette a compagnie che si dichiarino religiose di non accettare l'Obama Care che dà alle donne l'assicurazione per evitare gravidanze non programmate.

Benito: Sono giudici religiosi. Difendono la religione.

Chiara: A scapito delle donne che hanno diritto alla protezione?

Benito: Vecchia storia. Le donne vogliono la libertà di far sesso senza conseguenze.

Chiara: E voi uomini? Non fate lo stesso?

Benito: Ma non chiediamo alle assicurazioni di pagare per la nostra vita sessuale.

Chiara: E lo dici così?

Benito: "Chiaro chiaro". Lo stato non dovrebbe mai pagare per limitare le nascite.

Chiara: Qui non si tratta solo di religione. E' un sabotaggio contro Obama, contro il presidente che odiano.

Benito: Che ne sai? Non hanno mai affermato di odiare il presidente.

Chiara: Non hanno il coraggio di dirlo "chiaro chiaro", come dici tu. Con la scusa della religione danno alle compagnie ricche più soldi. Risparmiano non pagando l'assicurazione. Costringono le donne – specialmente quelle povere – a comprare quel che serve a spese loro.

Benito: A spese loro. Il governo non dovrebbe mai intervenire a favore dei cittadini. Specialmente a favore delle donne che esigono sempre di più. Ognuno per conto suo.

Chiara: La Corte Costituzionale rappresenta il governo. E' lo strumento che decide. Anche quella è interferenza.
 

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter