Cerca

PeoplePeople

Ritorno al Medioevo in Iraq

Colpa di Bush e dell'America se oggi in Iraq perseguitano i cristiani e c'è un ritorno alle leggi islamiche. Obama dovrebbe intervenire? Chiara e Benito, come al solito, non la pensano allo stesso modo...

Chiara: L'Iraq era un paese tranquillo e prospero. Bush lo ha distrutto.

Benito: Lo sappiamo. Ma almeno non difende quella guerra come lo fa Cheney.

Chiara: Tutte le religioni erano permesse e le donne avevano tutte gli stessi diritti che hanno oggi le israeliane.

Benito: Obama dovrebbe intervenire.

Chiara: Troppo saggio. Giorni fa ha detto che è contento di non aver mandato nella Siria occupata armi antiaeree. Cadrebbero nelle mani dei terroristi.

Benito: Bisogna darle solo agli amici. Soldati leali che ci stimano.

Chiara: Hai letto di Mosul? Occupata dai fanatici islamisti ISIS. Stanno distruggendo chiese, monumenti e sinagoghe. E stanno uccidendo i Cristiani che non accettano l'espulsione immediata.

Benito: Fanatismo religioso. Vogliono accettazione assoluta di tutte le regole della Shariah. Comandano loro.

Chiara: I Cristiani vivevano lì, indisturbati e rispettati, da duemile anni.

Benito: Tutto cambia. ISIS ha conquistato parte dell'Iraq e parte della Siria. Maliki non ha la forza di reagire ed espellerli. Avranno il califfato.

Chiara: Ritorno al medioevo. Donne che devono vestirsi come vogliono loro e devono restare a casa. Uomini che devono convertirsi all'Islam. Devono pregare tutti almeno cinque volte al giorno e devono impegnarsi ad eliminare Cristiani, Ebrei, Turkmen, Yazidis e Shabanks.

Benito: Anche quelle piccole sette.

Chiara: Prima della nostre invasione nel 2003 c'erano un milione e duecento mila Cristiani. Dopo questo forzato esodo resteranno solo pochi malati ed infermi. Quelli che non possono viaggiare.

Benito: Perciò Obama dovrebbe intervenire. E' colpa nostra se c'è ora quel terribile caos.

 

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter