Cerca

PeoplePeople

Oscar Romero, Cristiano o comunista?

Papa Francesco continua a stupire e crearsi nemici proponendo la beatificazione dell'Arcivescovo Oscar Romero, eroe dei poveri assassinato sull'altare e a lungo accusato di essere comunista

Chiara: Il nostro grande Papa Francesco continua a stupire e crearsi nemici. Anche al Vaticano –si dice. Ha proposto la beatificazione dell'Arcivescovo Oscar Romero.

Benito: Quello è morto. Che se ne fa della beatificazione? Il Papa polacco creò duemila nuovi beati. Chi sono? Li abbiamo già dimenticati.

Chiara: Ti ricordi? Abbiamo anche visto il film con Raul Julia. L'Arcivescovo Romero fu assassinato sull'altare mentre celebrava la messa.

Benito: Qualcuno lo odiava. Migliaia son morti assassinati in El Salvador.

Chiara: Fu assassinato dalla destra che noi appoggiavamo.

Benito: Noi chi? Chi è al governo deve scegliere. O con i comunisti o contro.

Chiara: Romero non era comunista. Era un vero cristiano.

Benito: Che difendeva sempre le vittime della guerra, accusando i generali che davano ordini. Dovevano dare ordini.

Chiara: Difendeva i poveri contadini che venivano massacrati perché chiedevano pane e democrazia.

Benito: La solita scusa. Quel Romero parlava ogni giorno contro il suo governo.

Chiara: Papa Francesco ha tolto tutti gli ostacoli politici che il Vaticano usava contro Romero. Lo ha difeso ed assolto. Lo ricorda ora come un vero eroe dei poveri.

Benito: Anche lui. Basta questa storia dei poveri. Si è poveri se non si lavora sodo come io e te.

 

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter