Cerca

PeoplePeople

Commenti: Vai ai commenti

Presidenziali & Co.

I Dialoghi di Mario Fratti

mario fratti (19 marzo)

Hillary Clinton (Ph:Bebeto Matthews)

Sui candidati alle Presidenziali USA, Chiara e Benito hanno ovviamente ognuno la propria personalissima idea, ma su una cosa si trovano d'accordo: sul fatto che Hillary, nonostante le idee bellicose, non avrebbe il coraggio di mandare soldati a morire

Chiara: Sembra che Trump riesca a essere il candidato Repubblicano….

Benito: Meglio lui che Cruz. Cruz è un estremista che fa paura.

Chiara: Siamo d’accordo su Cruz, ma Trump…che figura ci facciamo in Europa?

Benito: Che ci importa di quel che pensano in Europa? Pensiamo a quel che succede qui. Meglio un ricco che decide tutto lui, senza bisogno di altri soldi, che un presidente sponsorizzato da Wall Street.

Chiara: Alludi alla Hillary? Sono solo calunnie contro di lei. Da anni. Non accettano l’idea di una donna presidente. La prima, in questo paese. Una vera rivoluzione.

Benito: Donna. Preferisco un uomo, uno qualunque, che sappia dare ordini alle nostre truppe quando è necessario.

Chiara: Se la Hillary ha un difetto è proprio quello: manderebbe i nostri soldati a risolvere problemi all’estero. Suggeriva a Obama di invadere la Siria.

Benito: Dove lo hai letto? Credi veramente che una donna sappia essere il capo supremo che decide? Il generalissimo?

Chiara: Ha sempre mostrato idee bellicose. Avrebbe mandato truppe in Siria per eliminare il presidente Assad. Preferiva un altro.

Benito: Chiacchiere. Le donne son sempre più timide degli uomini. Non avrebbe il coraggio di mandare soldati a morire.

Chiara: Sono d’accordo su quella tesi. Le donne sono madri e amano i figli. Non vogliono che muoiano in guerra.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter