Cerca

PeoplePeople

Commenti: Vai ai commenti

Frutti dello studio e frutti della terra

I dialoghi di Mario Fratti

fratti studio-terra
La maggioranza dei voti a favore di Trump è arrivata dai piccoli Stati prevalentemente rurali, che per Chiara sono arretrati e continuano a perpetuare ignoranza e diffidenza, per Benito invece si tratta di proprietari terrieri pronti ad aumentare la ricchezza

Chiara: Ho ricevuto decine di telefonate dagli amici Europei. Hanno letto che Hillary ha avuto due milioni e mezzo di voti più di Trump e non l’hanno eletta. Incomprensibile.

Benito: Spiega le nostre leggi. Si danno preferenze negli Stati piccoli, prevalentemente rurali, per incoraggiarli e farli sentire utili.

Chiara: Sud prevalentemente rurale. Si sa in tutto il mondo che in tutti i paesi il Sud è arretrato e reazionario.

Benito: La storia è storia. Le leggi sono leggi. Se sono arretrati è colpa loro. Leggano di più. Vadano nelle università.

Chiara: Ottantamila Dollari di retta per ogni studente ogni anno. Dove li trovano quelli, i soldi?

Benito: Se si ama la cultura si vendono terreni e campi e si mandano i figli all’università. O si preferisce usarli come contadini. Pronti ad arare e coltivare.

Chiara: Vedi? Stai ammettendo che sono ignoranti e preferiscono tenere i figli a casa. Buoni contadini che amano coltivare la loro terra.

Benito: Loro terra. Perché vendere terra che produce e fa arricchire i genitori? Genitori e figli. Erediteranno.

Chiara: Si perpetua così ignoranza e diffidenza. Votano per il candidato sbagliato.

Benito: Sbagliato? Trump cambierà l’America.

Chiara: Diminuendo le tasse ai ricchi e ai proprietari terrieri.

Benito: Parte della ricchezza aumentata ai ricchi passerà poi ai poveri. Chi ha molto dà molto. I ricchi sanno essere generosi.

Chiara: Come son diventati ricchi? Non pagando le tasse, come ha fatto Trump.

Benito: Uomo furbo. È un genio.

Chiara: Bell’esempio per i nostri figli.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter