Cerca

EXPAT

Quel viaggio dantesco (e un po' orwelliano) all'Ambasciata USA per rinnovare il visto

Non vi dirò che insegnamento ho tratto da questa storia, che sarà forse capitata a tanti di voi. Leggete, e poi fatevi un'idea...

Finalmente  entro nel Consolato. Dopo essermi soffiato finalmente il naso, arrivo all’ultimo piano. Solita trafila: entriamo in una stanza con sedie orientate verso uno schermo, prendiamo il numero, andiamo allo sportello, presentiamo i documenti, domande di rito del perché siamo negli USA e cosa facciamo. Poi ci  sediamo nella stessa stanza di fronte allo schermo che smista le prenotazioni. Sembra chiami i numeri del lotto. Dietro di noi il Console convoca i Candidati uno alla volta in base a quello che dice lo schermo e fa il colloquio. Sorprendentemente tutto avviene nella stessa stanza, davanti a tutti...

di Giuseppe De Lauri

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter