Cerca

EXPATEXPAT

Commenti: Vai ai commenti

Far ritornare i nostri giovani talenti in Italia? Una (malsana) utopia…

Lettera di un papà al direttore sul fenomeno migratorio dei giovani italiani, che sempre di più si trasferiscono all'estero per fare carriera

Foto da: Lettore.org

Politici, politologi e presunti esperti si affannano a denunciare l'emorragia di cervelli italiani e ad auspicare che i giovani tornino in Italia dopo un'esperienza fuori dal loro Paese. Ciò che però tutti auspicano è utopico: esistono le condizioni per fare tornare i giovani? Ad oggi assolutamente no!
Caro Direttore Stefano Vaccara,
politici, politologi, sociologi, giornalisti, esperti e presunti tali si affannano a denunciare l’emorragia di cervelli italiani e ad auspicare che…i giovani facciano sì esperienza all’estero, ma poi possano/debbano avere l’opportunità anche di tornare…
Enunciazioni ovviamente condivisibili, ma sempre vaghe e impalpabili: mai nessuno che lanci proposte serie e praticabili sul cosa fare per farli tornare, finalizzate ad affrontare e risolvere il problema con pragmatismo e lungimiranza.
Ciò che tutti si limitano ad “auspicare” é infatti pura utopia, allo stato attuale.
Esistono le condizioni per fare tornare i giovani?
Assolutamente NO!
E, pragmaticamente, porto un esempio.
Mio figlio é già stato oggetto di attenzione da parte di vari media alcuni anni fa (tra cui anche la sua testata) per i motivi che lo hanno indotto a scegliere la via dell’estero.
Sono passati cinque anni e quale é la situazione attuale?
Morgan Stanley (dove lavora, prima a Mosca ed oggi a Londra) nel frattempo lo ha promosso da semplice Analista ad Associato e poi a Vice Presidente: a 26 anni é il più giovane VP della Banca ed ha già concordato la road map che prevede il passaggio ad Executive Director entro due anni e quindi a Managing Director all’età di 30 anni (con tutti i benefici di carriera che ne derivano)!
Cosa significa questo? Che hanno investito sin dall’inizio su di lui a lungo termine e continuano a farlo.
Sarebbe anche lontanamente ipotizzabile una prospettiva simile in Italia?
Non credo.
Se volesse rientrare in Italia, cosa troverebbe?
Lascio a Lei rispondere….
Per quanto mi manchi molto la sua vicinanza, io padre sono il primo a sperare che non rientri in Italia ancora per molto tempo e forse mai: a meno che tutto il nostro paese rinsavisca e rinasca!
Ma anche questa forse é utopia…….
Con i miei migliori saluti
Franco Tollardo

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter