Cerca

EXPATEXPAT

Commenti: Vai ai commenti

Al Consolato di New York, il commovente ricordo delle vittime italiane dell’11 settembre

Nonostante le misure di sicurezza dovute alla pandemia, il Console Generale Genuardi è riuscito a organizzare la toccante cerimonia con la lettura dei nomi

Venerdì, 11 settembre, si è tenuta al Consolato Generale d’Italia di New York, la commemorazione delle vittime italiane e italoamericane degli attentati terroristici al World Trade Center del settembre 2001.

Un momento della cerimonia al Consolato Generale d’Italia a New York davanti al monumento dedicato alle vittime italiane dell’11 settembre (Foto VNY)

A causa delle pandemia del covid-19, la cerimonia si è tenuta con una partecipazione ristretta. Insieme al Console Generale Francesco Genuardi, alla Console Generale Aggiunto Silvia Limoncini e il Vice Console Riccardo Cursi, hanno partecipato alla cerimonia l’ambasciatrice d’Italia alle Nazioni Unite Mariangela Zappia, il rappresentante del COMITES Paolo Ribaudo, la vicepresidente del CGIE Silvana Mangione, del Nunzio Apostolico, e dei rappresentanti del Corpo vigili del fuoco e della Polizia di New York. L’ambasciatore d’Italia a Washington Armando Varricchio ha inviato un messaggio che è stato letto all’inizio della cerimonia dal console generale Genuardi.

Giulio Picolli con Emma Calvi al Consolato davanti alla scultura dedicata alla memoria delle vittime italiane e italoamericane dell’11 settembre 2001

Presente anche il Cavaliere Giulio Picolli, artefice fin dal 2001, dell’iniziativa di raccogliere i nomi dei caduti italiani e italoamericani dell’11 settembre. In un commovente intervento, in cui ha ricordato il sacrificio del giovane Luigi Calvi, nato a Napoli e cittadino italiano, davanti alla mamma Emma e il papà Mario Calvi residenti a Lindhurst, NJ e presenti al consolato,  Picolli ha spiegato che continuerà i suoi sforzi per ritrovare altri nomi da aggiungere ad una lista di già oltre 260 nominativi. Per l’anniversario dei vent’anni dal tragico attentato terroristico, la lista dovrebbe essere finalmente completa. 

La parte centrale della cerimonia è consistita, come ogni anno, nella lettura dei nomi delle vittime di origine italiana finora accertate. Per permettere alla comunità italiana di seguire la commemorazione, la cerimonia è stata trasmessa in diretta sulla pagina Facebook del Consolato Generale d’Italia.

Durante il suo discorso Picolli ha ad un certo punto ricordato il regalo che l’Association of Italian American Educators gli aveva fatto, consegnandogli una croce ricavata da un frammento originale delle travi d’acciaio estratte dalle Torri Gemelle crollate, materiale fatto avere dal NYC Fire Commissioner, Daniel Nigro.

La Voce di New York, invitata alla cerimonia con il direttore Stefano Vaccara che ha partecipato alla lettura dei nomi delle vittime, propone alcune immagini e video sulla commovente serata.

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter