Cerca

Zibaldone

Gli USA e quel giovanotto scomodo

Edward Snowden è un eroe o un irresponsabile che ha messo a rischio la sicurezza nazionale? Questa settimana Chiara e Benito tornano a riflettere sullo scandalo delle intercettazioni telefoniche

Chiara: Che ne dici di Snowden?

Benito: Chi?

Chiara: Ti ho visto leggere l'articolo.

Benito: Non ricordo mai i nomi. Non sono importanti. Guardo i fatti.

Chiara: Quello che definiscono talpa, gola profonda.

Benito: Oh. Il giovanotto scappato ad Hong Kong.

Chiara: Sai perché?

Benito: Certo. Ha rivelato il fatto che ascoltano tutte le nostre teledonate ed è osceno, depolorevole.

Chiara: Sei d'accordo con lui, quindi?

Benito: Certo. È un eroe.

Chiara: Secondo te perché è scappato?

Benito: Perché non tutti approvano il coraggio in questo paese.

Chiara: È scappato solo per quello?

Benito: Qui nell'articolo scherzano. Dicono che ha rivelato i segreti ed è fuggito perché era l'unico metodo per liberarsi della fidanzata. (ride)

Chiara: Ti sembra una barzelletta. Questa è una cosa seria. Lavorava da anni per la CIA e la NSA. Tu hai sempre difeso il principio della lealtà. Hai sempre difeso le loro attività.

Benito: Sempre. Ma c'è qualche eccezione. A volte ci vuole audacia. Non è onesto e legale ascoltare le nostre telefonate. Quello Snow.. ha detto “basta”!

Chiara: Ha anche rivelato che stiamo spiando la Cina dal 2009.

Benito: Lo sapevano, ne sono certo. Quelli sanno tutto.

Chiara: Pochi la pensano come te. Solo sedicimila hanno postato sul sito della Casa Bianca di concedere a Snowden il perdono totale.

Benito: Vedi? Non sono solo. Basta con la raccolta di quei tabulati telefonici. Le nostre telefonate intime non devono essere ascoltate da altri.

Chiara: Io non me ne vergogno. Erano telefonate d'amore. Ci amavamo tantissimo…

Benito: Tantissimo. (dubbioso) Anche ora, spero…

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter