Cerca

Zibaldone

M’Ama non m’ama

A Torre Angela, borgata di Roma, un uomo e una donna, operatori dell’Ama, azienda municipale all’ambiente, raccolgono carta. Vengono aggrediti da un automobilista spalleggiato da familiari, perché “ostacolano il traffico”. In ospedale l’uomo è medicato per contusione della caviglia, la donna rimedia collarino e sette giorni di prognosi. Dopo l’episodio (non proprio) urbano, il sindaco medita di aggiungere il punto esclamativo alla sigla dell’azienda: Ama!

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter