Cerca

Arts

Da Possagno le danzatrici di Canova sbarcano a New York

Le tempere che furono gli “ozi” di Antonio Canova esposte dal 22 maggio all’Istituto Italiano di Cultura

16 dipinti a tempera, realizzati tra il 1799 e il 1806, provengono da Possagno (Italia), Paese natale dell’artista neoclassico. Una “micropinacoteca” che richiama le pitture pompeiane che Winckelmann giudicava “fluide come il pensiero e belle come se fossero fatte per mano delle Grazie”. Una scelta di dipinti “gentili”, nei quali si trovano i leggiadri motivi di alcune statue dello scultore, in esclusiva a New York

di La Voce di New York

Voci da Harvard

Arte e Design

La percezione del bello: dal Salento a New York

Un oggetto, una persona, un paesaggio rimane bello per sempre? La bellezza é mutevole, perché siamo noi che cambiamo

Ogni volta che penso a qualcosa di “bello” la prima immagine che mi sale alla mente è il mare del Salento. Ma la nostra percezione del bello non rimane immutata ma cambia e diviene lo strumento per capire e determinare il concetto stesso di bellezza. Il bello inteso non come qualcosa da inventare, ma da scoprire. Dove lo troverò a New York sarà una sorpresa anche per me

di Sara Greco

Spettacolo

Cinque film italiani al prossimo Festival del Cinema di Cannes

Cannes 2018: alla Quinzaine Des Réalisateurs anche il titolo italiano "La strada dei Samouni" di Stefano Savona, animazioni di Simone Massi.

Si svolgerà dall'8 al 19 maggio. Al Festival di Cannes a rappresentare l'Italia ci saranno Alice Rorhwacher in Concorso con Lazzaro Felice e Valeria Golino in Un Certain Regard con Euforia. In Quinzaine invece La strada dei Samouni di Stefano Savona con le animazioni di Simone Massi. Per adesso, grande assente Paolo Sorrrentino

di Monica Straniero

New York, vigilia del Tribeca Film Festival 2018: cosa c'è da sapere... e da vedere

Arriva la 17esima sessione della festa del cinema di Robert De Niro; 96 film da tutto il mondo - di cui 3 italiani - ma non è più solo questo

Arrivano nella Grande Mela i film indipendenti italiani - "Figlia mia", "Nico, 1988", "The Man who Stole Bansky". Altri da non perdere, esperienze provenienti da tutto il mondo e dai temi più disparati; arti diverse, realtà virtuali, premi, conversazioni sul cinema e su molto altro: quando un Festival diventa istituzione!

di Michela Demelas

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter