Cerca

Arts

Recently Published

Spettacolo

Luca Fortino, dalla Vucciria di Palermo al Festival di Cannes con "Joe e gli altri"

“Joe e gli altri” è la trasposizione cinematografica di una storia vera, che il regista porterà a Cannes il 16 maggio per la 72esima edizione del Festival

"Mi interessa presentare il progetto anche ai media internazionali. Io ho puntato sulla Sicilia e su Palermo, in particolare, per i miei lavori in corso in ambito cinematografico; non voglio solamente presentare il film ma anche questa città così indefinibile, così contraddetta e maestosa, fonte di riflessione e ispirazione costante per chi sa ascoltare e slegarla da cliché e stereotipi anche piuttosto degradanti: non voglio parlare di Palermo come luogo di mafia, voglio che splenda agli occhi di tutti come splende ai miei"

di Laura Riggio

Il "diario senza date" di Roberto Andò: l'arte, la politica, i ricordi, la vita

Della sua ultima fatica, "La Tempesta", afferma che “quella di Shakespeare è una delle grandi opere che servono per capire un mondo che va in rovina"

“Fellini era il più politico dei registi ma anche il più misterioso, non abbiamo veramente legato, ma non ho mai visto nessuno lavorare come lui. Aveva un modo di organizzare le riprese assolutamente unico, riusciva a creare una geometria perfetta in mezzo al caos assoluto. Sul set di E la nave va mi volle sempre vicino alla coreografa tedesca Pina Bausch, che aveva scelto come attrice ma che temeva avrebbe abbandonato le riprese dopo avere visto il suo particolare approccio alla regia. Lui era attratto da lei, ma pensava che anch’io lo fossi per cui cercava di non lasciarmi troppo solo con lei. Non le affidò una grande parte in scena: le chiese di cantare semplicemente una ninnananna anziché recitare le battute previste. Avevo 24 anni e solo dopo un decennio ho capito il vlore di quell’incontro”

di Giuseppe Sacchi

"Jesus in Rock": la perdita di valori della nostra società in scena a Marsala

Intervista a Francesco Torre, regista dell’opera rappresentata al Teatro Impero di Marsala (Trapani) e ispirata a “Jesus Christ Superstar”

"Jesus in Rock parte dall’idea di voler raccontare una storia, che è la storia più importante e più famosa del mondo in chiave moderna. Partendo da una domanda fondamentale: se Cristo scendesse nel 2019 cosa succederebbe? Questo è stato il motore che ci ha spinto a decidere di raccontare Jesus In Rock, la storia di Cristo appunto..."

di Angelo Barraco

Avengers Endgame, la fine della saga che ha appassionato milioni di fan

Con un record di prevendite per l’attesissima uscita nelle sale statunitensi il 26 aprile, è destinato a incassi stellari fin dal primo weekend

Girato con le Alexa Imax 65mm, i fratelli Russo sono stati in grado di catturare e rappresentare ogni singolo frame senza perdere nessun dettaglio di nitidezza, qualità e velocità di azione. Tutto questo si accompagna ad un impatto emotivo molto forte; non tanto per la storia in sé, ma per l’epilogo che ci costringe, in un modo o in un altro, a dire addio ad una generazione di supereroi che ci ha accompagnato fin qui...

di Annalisa Arcoleo

Some Like It Hot. Lo sprint in Italia dell'italoamericana Justine Mattera

La showgirl nata e cresciuta nel Queens e arrivata da studentessa a Firenze negli anni Novanta, qui senza veli e senza filtri per La Voce di New York

"Paolo Limiti lo incontrai in corso Sempione, a Milano, nel 1996... Mi aveva ingaggiato per fare soltanto la valletta, portare i microfoni, non dire mai nulla. Un giorno doveva cantare Fred Bongusto con Minnie Minoprio. Per un incidente stradale la Minoprio non poté partecipare al programma. Gli autori dicevano, cosa facciamo, cosa facciamo? Facciamola fare a Justine! Con i capelli tutti ricci, mi sono messa a cantare 'Quando mi dici così', che mi è venuta abbastanza bene. Da lì Paolo disse adesso ballerai, canterai!"

di Isabella Zuppa

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter