Cerca

Arts

Donna d'arte, desiderio e libertà: Leonor Fini celebrata al Museum of Sex

A New York una mostra dedicata all'artista italo-argentina celebre negli anni del dopoguerra per le sue battaglie per la libertà di pensiero e costume

Nata nel 1907 a Buenos Aires ma vissuta in tutta la gioventù nell’ambiente cosmopolita di Trieste, pittrice autodidatta, si era presto trasferita a Parigi per entrare nel giro di Cocteau, di Picasso e di Cartier-Bresson e in seguito di Jean Genet. Nella vita, conclusa tra Roma, le spiagge italiane e Parigi, Leonor Fini ha legato al potente istinto estetico un istinto erotico espresso in ogni possibile forma

di Mauro Lucentini

Recently Published

Spettacolo

Il Nuovo Cinema Italiano nella Bay Area: conquistano i film di impronta sociale

Tra i film meglio accolti al Vogue Theater di San Francisco, "As needed" di Francesco Falaschi e “Easy” di Andrea Magnani (Premio City of Florence)

Quest’anno il filo conduttore del Festival è stato di impronta sociale, dai film ai documentari, si parla di giovani immersi in realtà difficili e criminali, di problemi burocratici, di crisi di coscienza, di solitudine, di viaggi in terre dure ed estreme che sono poi l’occasione per ritrovare se stessi

di Isabella Weiss di Valbranca

Così ho diretto Lila e Lenù: parla Saverio Costanzo, regista di "My Brilliant Friend"

Intervista con il regista della serie tv "L'Amica Geniale", tratta dal bestseller di Elena Ferrante e trasmessa da HBO e Rai1 con grande successo di pubblico

"Il mio sguardo è maschile ma dentro di noi ci sono entrambe le parti. In questo caso evidentemente la mia parte femminile mi è venuta in aiuto tutte le volte che quella maschile, limitata per definizione, si fermava. E poi sono stato aiutato dai personaggi che avevo conosciuto nel libro... E in più il mio imprinting è stato molto femminile per l’ambiente in cui sono cresciuto, di conseguenza mi sento profondamente femminista".

di Paola Medori

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter