Cerca

ArtsArts

Commenti: Vai ai commenti

“Immersive Van Gogh”, a New York la mostra digitale dal cuore italiano

Da giugno, l'ambientazione digitale da 90 milioni di pixel ideata da Massimiliano Siccardi, accompagnerà il visitatore in un viaggio nei famosi quadri dell'artista

Immergersi in un’opera d’arte, immaginarsi in un quadro, in un’atmosfera colorata e lasciarsi trasportare dalla musica. Da giugno sarà possibile anche a New York, dove sarà inaugurata “Immersive Van Gogh” esposizione che a Toronto e Chicago è già stata un enorme successo perché è qualcosa di più di una mostra.

Ad anticipare l’allestimento della mostra a New York è The Ritz Herald. E così scopriamo che si tratta di un’esperienza di arte digitale con il cuore tutto italiano. Sì perché l’ideatore degli oltre 60 mila fotogrammi e 90 milioni di pixel che riproducono le opere post-impressioniste di Van Gogh è Massimiliano Siccardi, docente di elaborazione digitale dell’immagine all’Accademia di Comunicazione e Immagine di Roma nonché produttore cinematografico. Ma c’è di più. Le musiche a supporto dell’esposizione sono del compositore Luca Longobardi, non nuovo a performance multimediali in cui la musica elettronica sperimentale incontra le note pulite ed eteree di un pianoforte. Ed è italiano anche l’art director, Vittorio Guidotti.

La mostra “Immersive Van Gogh”(YouTube)

Un Van Gogh differente, quello che si andrà a scoprire, ma il luogo in cui si potrà ammirare è ancora segreto. “Immersive Van Gogh” porterà per mano il visitatore in un viaggio intenso attraverso arte, luce, musica, movimento e immaginazione. La selezione delle opere di Van Gogh comprende The Potato Eaters, ovvero I mangiatori di patate, Starry Nigh, La notte stellata, Sunflowers, i Girasoli, e The Bedroom, La camera da letto. Ma in che modo si potrà viaggiare nei famosissimi quadri? Ogni ambientazione digitale accompagnerà il visitatore nei dipinti con lo sguardo dell’artista nel momento in cui si è trovato per la prima volta di fronte alle scene da lui poi riprodotte. Una visione coerente di Van Gogh, che diceva “Sogno la pittura e dipingo i miei sogni”. Siccardi e Longobardi si sono detti entusiasti di riportare in vita l’eredità dell’artista a New York, città dall’energia unica. L’esperienza è di un’ora e tiene conto di tutte le misure di sicurezza anticovid.

La mostra “Immersive Van Gogh”(YouTube)

Ad oggi “Immersive Van Gogh” ha ricevuto ottime recensioni in tutto il mondo e a San Francisco, dove sarà inaugurata a marzo, è già tutto esaurito per un mese mentre a Los Angeles sono già stati venduti 80 mila ingressi per maggio. L’esposizione sarà inaugurata il 10 giugno. I biglietti per l’esposizione newyorkese sono già disponibili sul sito VanGoghNyc.com .

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter