Cerca

ArtsArts

Commenti: Vai ai commenti

David 2021 all’insegna dell’emozione: miglior film è “Volevo nascondermi”

Standing ovation per Sophia Loren -“Senza cinema non vivo"- e per Gigi proietti, ricordato dall’amico Enrico Brignano. Omaggio al Maestro Ennio Morricone

Momento magico il premio a Mattia Torre, per “Figli” alla Miglior Sceneggiatura Originale, deceduto a Luglio 2019. A tenere il discorso è la figlia Emma: “Buonasera a tutti voglio fare i complimenti a mio padre che è riuscito a vincere questo premio anche se non c’è più. Lo dedico al mio fratellino Nico, che mi fa ammazzare dalle risate e a mia madre, che non si arrende mai e ringrazio le ostetriche che fanno nascere i bambini e ai medici che cercano di tenerli qua. Bravo papà.”

La commozione ha caratterizzato la cerimonia dei David di Donatello 2021, festa del cinema italiano, che quest’anno è tornata in presenza. Sul modello degli Oscar la serata si è svolta, in contemporanea, da due location: gli storici studi televisivi Rai e dal Teatro dell’Opera di Roma, la conduzione è stata nuovamente affidata a Carlo Conti. Il pubblico e la stampa non sono potuti essere presenti, ma i candidati di tutte le categorie erano in sala e hanno potuto ritirare di persona le statuette.

Sophia Loren, David 2021

Il premio per la Miglior Regia va a Giorgio Diritti per il film “Volevo nascondermi”, pellicola che narra la storia del pittore Antonio Ligabue, simbolo di tutti quegli artisti incompresi e fuori dalle righe, che spesso si sono ritrovati nella condizione di emarginati, per colpa di una società non pronta e troppo ignorante.

Momento magico il premio a Mattia Torre, per “Figli” alla Miglior Sceneggiatura Originale, deceduto a Luglio 2019. A tenere il discorso è la figlia Emma: “Buonasera a tutti voglio fare i complimenti a mio padre che è riuscito a vincere questo premio anche se non c’è più. Lo dedico al mio fratellino Nico, che mi fa ammazzare dalle risate e a mia madre, che non si arrende mai e ringrazio le ostetriche che fanno nascere i bambini e ai medici che cercano di tenerli qua. Bravo papà.”

Emma Torre, David 2021

Tutto il pubblico in piedi, invece, per Sophia Loren, che a 86 anni, vince come Miglior Attrice, per il suo ruolo in “La vita davanti a sé”, del figlio Edoardo. Nel suo discorso ricorda di aver vinto il suo primo David, più di 60 anni fa, ma che l’emozione è sempre la stessa. Conclude così: “Forse sarà il mio ultimo film, ma dopo tanti anni ho ancora voglia di fare cinema perché senza, non posso vivere.”

Il premio ai Miglior attore e attrice non protagonisti va a Matilda de Angelis e a Fabrizio Bentivoglio per “L’incredibile storia dell’Isola delle Rose.”

Miglior attore protagonista è Elio Germano che ha interpretato magnificamente Antonio Ligabue, riuscendo ad esprimere tutta la sofferenza che un genio incompreso, affronta nella propria anima.

Elio Germano, in “Volevo Nascondermi”

Il david alla miglior canzone va a Checco Zalone per la sua Immigrato che interviene da casa così: “Se lo sapevo venivo – scherza Luca Medici per poi chiamare la compagna – Mariangela! Qui dormono tutti, anche mio figlio. Non gliene frega niente”, conclude con tutto l’umorismo che lo caratterizza. Vince anche il David dello Spettatore con “Tolo Tolo”.

Miglior Regista emergente va a Pietro Castellitto, con il suo film “I Predatori”. Qui un discorso buono e giusto: “Grazie ai produttori per la fiducia istintiva….”, Per poi chiudere con: “Un bacio a mamma e papà”, ecco che l’istinto c’entra ben poco.

Il premio alla Carriera va a Sandra Milo, mentre i due David Speciali a Monica Bellucci e Diego Abatantuono.

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter