Cerca

Arte e DesignArte e Design

Commenti: Vai ai commenti

Da Fausto Melotti a Campari: tra arte e dolce vita l’Italia protagonista a New York

Al Consolato l'evento di chiusura della mostra dedicata allo scultore Fausto Melotti, tra i vari appuntamenti che hanno celebrato l'Italia a New York

L'ambasciatore Armando Varricchio e il console generale Francesco Genuardi all'evento di chiusura della mostra su Fausto Melotti (Twitter / Italy in New York).

Si è tenuto al Consolato Generale d’Italia a New York l’evento di chiusura della mostra sullo scultore italiano Fausto Melotti, ospitata proprio dal Consolato, in collaborazione con Magazzino Italian Art. Per l’occasione, la “casa degli italiani a New York”, come il Console Generale Francesco Genuardi ama chiamare la sede diplomatica che rappresenta il Belpaese nella Grande Mela, ha esposto le ceramiche poetiche dell’artista italiano della Collezione Olnick Spanu, con alcuni dei suoi famosi vasi che evocano elementi, vegetali e animali, della natura. “L’Italia non è una superpotenza militare, ma la superpotenza del soft power, della cultura come portatrice di pace”, aveva detto Genuardi all’inaugurazione dello straordinario evento.

Presente alla cerimonia di chiusura anche l’ambasciatore italiano a Washington Armando Varricchio, che, nelle scorse ore, ha presenziato anche a diversi eventi particolarmente rappresentativi dell’eccellenza culturale italiana nel mondo. Varricchio ha infatti insignito la Presidente Emerita del Museum of Modern Art (MoMa), Maria-Josée Kravis, dell’onorificenza al Merito della Repubblica Italiana nel grado di Cavaliere. “La grande attenzione sempre dimostrata dalla Presidente verso l’arte e la cultura italiana, tradottasi anche in importanti prestiti da parte dell’istituzione museale newyorchese in occasione di grandi mostre svoltesi in prestigiose istituzioni italiane, come le Scuderie del Quirinale” sono – come spiegato dall’Ambasciatore – le ragioni alla base del conferimento dell’Onorificenza da parte del Presidente della Repubblica.

L’Ambasciatore ha anche partecipato, insieme al Presidente Garavoglia, all’Amministratore Delegato Kunze-Concewitz e al Mananging Director per il Nord America Jean Jacques Dubau, all’inaugurazione del nuovo quartier generale del gruppo Campari USA. L’evento, tenutosi nella giornata di ieri nel “Grace Building” di New York, è stato l’occasione per celebrare la storia di successo del Gruppo negli USA, il mercato più redditizio della società a livello mondiale. In questa occasione, Varricchio ha ricordato come Campari sin dal 1860 abbia esportato lo stile italiano, diventando al tempo stesso un’icona simbolo del “Made in Italy” e un elemento di cultura “pop”. Quello delle bevande alcoliche si conferma come un settore importante e in continua crescita per le nostre esportazioni in Nord America. “L’Italia – ha sottolineato l’Ambasciatore – con le sue società, le sue tradizioni, la sua capacità di creare e innovare – rappresenta un punto di riferimento per il mercato del “food and beverage” negli USA.”

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter