Cerca

SpettacoloSpettacolo

Commenti: Vai ai commenti

Emozioni, risate e tanti applausi “veri” per l’Italian Movie Award a New York

Al Festival Internazionale del Cinema Italiano all'Estero, la vena comica di Claudio Bisio, la gioventù di Ludovica Nasti e le "radici" di John Turturro

Si è rivelata una serata divertente e anche sensibile la XI edizione di Italian Movie Award, Festival Internazionale del Cinema Italiano all’Estero, che si è tenuta al Frank A. Bennack Theater del The Paley Center for Media di Manhattan martedì scorso. Tra i premiati, ha fatto letteralmente scoppiare la sala dalle risate l’attore Claudio Bisio (per il film “Bentornato Presidente”), che ha intrattenuto il pubblico con battute a raffica. Ha fatto una grande impressione Ludovica Nasti, la giovanissima attrice lanciata dal ruolo di Lila nella serie Netfix “L’amica geniale”. La Nasti ha sfoggiato una parlantina e una maturità da attrice navigata e ha rivelato che sarà presto impegnata nelle riprese di “Anna Frank”.

Emozione anche quando è stato chiamato sul palco Giorgio Cantarini (in alto nel video con Ludovica Nasti), giovane attore di 27 anni, che quando era bambino recitò al fianco di Roberto Benigni ne “La vita è bella” vincitore dell’ Oscar. Cantarini si è trasferito a New York per proseguire la sua carriera nel cinema e nel teatro. 

La premiazione di Claudio Bisio

Premiati anche come miglior attore Massimiliano Gallo e miglior film a Martone per “il Sindaco del Rione Sanità”, miglior attrice a Paola Cortellesi (collegata via video) e tanti altri prestigiosi premi e interventi. Premi per la promozione del Made in Italy al programma tv “Little Big Italy” di Francesco Panella, al produttore Enzo Sisti (che ha ricordato quando iniziò a produrre cinema a Roma ai tempi del neorealismo) e alla pr americana Sally Fischer,  una istituzione per gli eventi italiani a New York, che ha ricevuto il premio per il suo lavoro di supporto del cinema italiano in America dicendo: “Ho passato la mia vita a seguire il cinema italiana nei States – e lo faccio con passione. Promuovo grazie a Luce-Cinecittà tutti i film nuovi e classici che arrivano nelle sale cinematografici Americane e così vediamo da Visconti e Fellini, a Paolo Genovese e Alice e Alba Rohrwacher. Così vediamo i migliori che l’Italia offre – per esempio quest’anno il Traditore di Marco Bellocchio – un capo lavoro! Grazie Italia Movie Awards per questo riconoscimento”.

La premiazione di Sally Fischer

Alla fine il premio alla carriera a John Turturro, con l’attore italoamericano in vena di battute da far concorrenza a Bisio. Turturro ha voluto dedicare il premio al regista Francesco Rosi (con cui recitò ne “La Tregua”) dicendo che senza quella esperienza con lui, senza quello che ha imparato da lui, non avrebbe scoperto così tanto della cultura italiana e senza quell’incontro non avrebbe mai potuto fare un film come “Passione”. 

Un momento importante è stata la premiazione del Dr. Antonio Giordano, scienziato oncologo dello Sbarro Health Research Organization di Philadelphia: “Sono veramente felice del risultato raggiunto attraverso questa manifestazione cinematografica che, accendendo i riflettori su questioni sociali, ha raccolto fondi per aiutare chi soffre mantendo un sorriso, di umanità, di calore e di speranza”. Col festival, infatti, è stata anche organizzata una cena di Fundraising presso la Gnoccheria Wall Street a cura del ristoratore Michele Iuliano in favore della “Ricerca Contro il Cancro”.

La premiazione del Dr. Antonio Giordano

Carlo Fumo, fondatore, organizzatore, presentatore di Italian Movie Award, ha condotto insieme a Luca Abete la serata, avvertendo la sala piena che ogni tanto ci sarebbero state interruzioni e ripetizioni per le riprese di una trasmissione che andrà in onda sulle reti Mediaset a dicembre. Quello che poteva sembrare un elemento di disturbo, invece, grazie alla simpatia del duo Fumo-Abete, ben assistiti dalla “spalla” Bisio, si è trasformata per tutta la serata in una comica gag che ha coinvolto gli spettatori sollecitati spesso ad “applaudire a comando” ma che alla fine si sono divertiti così tanto da travolgere i protagonisti con applausi veri e sinceri.

Sotto l’elenco completo dei premiati dell’edizione Italian Movie Award 2019:

Best Movie: “Il Sindaco del Rione Sanità” di Mario Martone

Best Doc: “Io, Leonardo”

Best Short: “Anna” di Federica D’Ignoti

Best Actor: Massimiliano Gallo

Best Actress: Paola Cortellesi

Best TV Series: “L’Amica Geniale”

Best TV Show: “Little Big Italy”

Roots Italian Community Award: John Turturro

Comedy Award: Claudio Bisio

Best Distribution: Medusa Film

Best Producer: Enzo Sisti

People Award: Chiara Ferragni – Unposted

Best Talent: Ludovica Nasti

Made In Italy Award: Sally Fischer

Best Crew: Jacopo Quadri

Best Location: Matera

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter