Cerca

Valter Vecellio

Nato a Tripoli di Libia, di cui ho vago ricordo e nessun rimpianto, da sempre ho voluto cercare storie e sono stato fortunato: da quarant'anni mi pagano per incontrare persone, ascoltarle, raccontare quello che vedo e imparo. Doppiamente fortunato: in Rai (sono vice-caporedattore Tg2) e sui giornali, ho sempre detto e scritto quello che volevo dire e scrivere. Di molte cose sono orgoglioso: l'amicizia con Leonardo Sciascia, l'esser radicale da quando avevo i calzoni corti e aver qualche merito nella conquista di molti diritti civili; di amare il cinema al punto da sorbirmi indigeribili "polpettoni"; delle mie collezioni di fumetti; di aver diretto il settimanale satirico Il Male e per questo esser finito in galera... Avrò scritto diecimila articoli, una decina di libri, un migliaio di servizi TV. Non ne rinnego nessuno e ancora non mi sono stancato. Ve l'ho detto: sono fortunato.

Sciascianamente

Il colonnello Giovanni Arcangioli in via D'Amelio con in mano la borsa di Paolo Borsellino

Primo Piano -

L’agenda rossa di Borsellino e le altre borse dei misteri italiani

Notizia di queste ore, sabato 18 maggio: in Italia sarebbe "riapparsa" l'agenda rossa di Paolo Borsellino. In un filmato dei vigili del fuoco appena intervenuti in Via D'Amelio si vede l'agenda. Vedi servizio su La Stampa

La VOCE di New York, SCIASCIANAMENTE, gia' qualche giorno fa osservava....

Da chi è stato fatto sparire il contenuto della borsa del magistrato ucciso a Palermo 21 anni fa? In Italia da Moro a Dalla Chiesa, da Calvi a Falcone, la borsa viene sempre fatta fuori con la vita

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter