Cerca

LifestylesLifestyles

Commenti: Vai ai commenti

Hudson Yards: un nuovo luogo di ritrovo per famiglie on-the-go a New York

Ecco perché, a poche settimane dall'inaugurazione, il nuovo quartiere di Manhattan ha già attirato tanti visitatori

Miki sul Vessel.

Hudson Yards ti lascia a bocca aperta, e anche molto stremato. Abbiamo girovagato e fatto shopping nei mille negozi, siamo saliti sui tanti ed interminabili scalini del Vessillo, esasperato la batteria del mio cellulare, nonché lo spazio di Instagram per postare video e foto con hashtags #HelloHudsonYards #HudsonYards #TheVessel...

Non so voi, ma io sono cresciuta “andando in piazza”, quella tipica italiana, circolare o rettangolare, con la chiesa a destra, il municipio e castello medievale di fronte, i bar, i sanpietrini a terra, la fontanella al centro. Non sono un’amante dei centri commerciali, eppure sono corsa, emozionata e felicissima, all’apertura di Hudson Yards a marzo 2019. Sarà stata la preannunciata campagna di marketing ad avert creato tanta suspence e alte aspettative, che ne so? Ma cosa è Hudson Yards?

Secondo la descrizione fornita da Related, la società che ha sviluppato il progetto a partire dal 2006: “Hudson Yards è un progetto unico e inedito- un intero vicinato che respira e vive, che conquista il cuore di qualsiasi visitatore alla sua prima volta in NYC. Salite sul Vessillo, la scultura centrale e interattiva; oppure lo Shed, il nuovo centro artistico; o visitate l’Observation Deck, dal suo alto con le sue viste mozzafiato”.

Effettivamente, ti lascia a bocca aperta, e anche molto stremato. Abbiamo girovagato e fatto shopping nei mille negozi, siamo saliti sui tanti ed interminabili scalini del Vessillo, esasperato la batteria del mio cellulare, nonché lo spazio di Instagram per postare video e foto con hashtags #HelloHudsonYards #HudsonYards #TheVessel.

Missione compiuta: adesso abbiamo un nuovo luogo di ritrovo con servizio completo e di qualità a famiglie come noi, sempre on the go e alla ricerca di cose interessanti da fare a New York.

Scomponiamo Hudson Yards a pezzettini e capiamo perché ha attirato tanti visitatori finora.   

  • Ispirato alla bellezza, all’amore per l’arte, al benessere e ai prodotti di lusso, Hudson Yards è la realizzazione di un progetto futuristico che include palazzi commerciali e due residenziali (35 e 15 Hudson Yards), con 35 Hudson come prima sede al mondo di Hotel Equinox, un centro per lo shopping con oltre 100 negozi, tantissimi ristoranti, una scuola, 3 centri per eventi (Snark Park Exhibit Space), spazio pubblico con giardini, e lo Shed. Sicuramente una nuova attrazione turistica per la città, Hudson Yard rappresenta il completamento di un’area urbanistica altrimenti sottosviluppata e abbandonata alla vecchia stazione ferroviaria, i cui binari sono ancora visibili dall’alto del Vessillo. Il progetto, costato solo 25 miliardi di dollari, rappresenta il più grande investimento privato nella storia degli Stati Uniti d’America, dopo i Rockfeller.
  • L’isola di Manhattan, che è poco più lunga di 86km2, non ospita grandi mall, ovverosia centri commerciali, come gli altri stati d’America. La cosa che più gli rassomiglia è The Shops @ Columbus Circle, oppure Bloomingdales. Quindi il centro commerciale di Hudson Yards, aperto dal lunedi al venerdi dalle 10am alle 21pm, e nei weekend dalle 11am alle 19pm, soddisfa le esigenze di locali e turisti, con negozi e brand nazionali e internazionali collocati su sei piani e collegati da tantissime scale mobili ed ascensori (pura Edenlandia per i bambini). Il cliente tipico non esiste e varia sensibilmente dal giorno alla notte. Tendenzialmente si punta alla clientela ricca, un tempo dedita allo shopping nelle boutique esclusive di Madison e Fifth Avenue. Se durante la settimana, a visitarlo sono per lo più i turisti e le mamme con i propri pargoli a seguito, nel weekend invece si assiste ad una vera e propria sfilata di moda, con fashionisti che sforgiano i migliori capi della passerella di New York. Non scherzo!
  • Posizione e collegamenti. Come ci si arriva? Posizionato nella parte ovest della città, vicino l’Hudson River, al crocevia tra il centro convegni Jacob Javits Center e l’ingresso della Highline alla 34th street, il collegamento è piacevole e veloce, sia che si arrivi dall’interno attraverso la nuova linea 7, fermata 34street-Hudson Yards, o dal New Jersey via battello dal Midtown Ferry terminal alla 39thstreet e West Side.
  • Il Vessil – è una scultura a forma di cono o alveare e rappresenta un vascello di 15 piani con 2500 gradini. Progettato dall’architetto inglese Thomas Heatherwic e realizzato in nord Italia, Monfalcone, la struttura è costata 200 milioni di dollari. E’stata fabbricato dalla Cimolai S.p.A. e trasportata a New York via nave in 15 giorni. L’ingresso è gratuito ma bisogna prenotare online almeno con due settimane di anticipo; le file sono rapide e la durata della visita è di un’ora massima, soprattutto in orario di punta e nei weekend.
  • The Shed il palazzo riservato ad eventi culturali artistici e musicali inaugurato ad Aprile.
  • The Edge, l’osservatorio triangolare più alto di NY, il cui pavimento sarà trasparente e potrete vedere tutto ciò che è sotto ai vostri piedi, aprirà nel 2020.
  • Instagrammibilità: gli hashtag ufficiali da usare per Instagram sono  #HelloHudsonYards #HudsonYards #TheVessel

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter