Cerca

Scienza e Salute

I test di non-inferiorità: possibile approccio per curare pazienti oncologici

L’obiettivo è determinare se i farmaci non solo garantiscano risultati migliori, ma anche prestazioni non inferiori rispetto al migliore in commercio

In ambito oncologico, i test di non inferiorità rappresentano un approccio esaminativo molto utile nel determinare la validità di un trattamento farmacologico. Lo scopo di uno studio di non inferiorità è quello di dimostrare che un nuovo trattamento non sia peggiore di quello di confronto, tenendo in considerazione un margine di non-inferiorità rappresentato da un valore prefissato

di Antonio Giordano

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter