Cerca

Scienza e SaluteScienza e Salute

Commenti: Vai ai commenti

AstraZeneca e ciclo mestruale: la denuncia di oltre 4.000 donne

Gli esperti assicurano che non ci sarebbe correlazione. Si monitorano i dati segnalati mentre la campagna vaccinale subisce battute d'arresto

Donne e dolori mestruali (pixabay, @Saranya7)

Non c’è pace per AstraZeneca. Nonostante le autorità regolatorie valutino attentamente e rigorosamente i prodotti da somministrare, la campagna vaccinale subisce battute di arresto.

Un nuovo preoccupante effetto denunciato in Gran Bretagna consisterebbe in un’alterazione del ciclo mestruale in donne di età compresa tra i 30 e 49 anni.

Molte segnalazioni indicherebbero effetti collaterali come mestruazioni abbondanti, dolorose ed irregolari. La denuncia arriva da circa 4.000 donne che in Gran Bretagna avrebbero sofferto di questi problemi dopo essersi sottoposte alla somministrazione vaccinale AstraZeneca.

Le autorità deputate ai controlli stanno monitorando i dati segnalati; addirittura sembrerebbe che in realtà l’effetto si sia verificato in un numero di donne maggiore rispetto a quelle che hanno deciso di segnalare effettivamente la problematica.

Ad oggi, gli studi clinici non hanno rilevato i predetti effetti collaterali; gli esperti assicurano che non ci sarebbe alcuna correlazione tra la somministrazione del vaccino e l’alterazione del ciclo mestruale per cui non sarebbe necessario aggiungere i “disturbi al ciclo mestruale” nell’elenco dei possibili effetti collaterali.

 

Iscriviti alla nostra newsletter / Subscribe to our newsletter